martedì 15 aprile 2014

Angolo bimbi!

Buongiorno a tutti, miei cari lettori, come va?
Lo so, il tempo non è dei migliori, almeno a Roma, nelle vostre città com'è la situazione? Certo, non fa freddo, ma i nuvoloni sono davvero minacciosi e non si vede nemmeno uno spiraglio di sole uff

Oggi, come accennato brevemente già su facebook, torniamo a riempire l'Angolo dedicato ai bimbi 
con una favola classica, ma rivisitata in maniera originale, stiamo parlando di Cappuccetto Rosso.
Hanno presentato questo libricino durante il corso di Centostorie e me ne sono innamorata/impossessata immediatamente, non potevo lasciarmelo sfuggire.
Cappuccetto Rosso e il sentiero nel bosco fa parte della sezione ragazzi Giralangolo della casa editrice EDT (quella che pubblica le guide Lonely Planet per intenderci), e a sua volta rientra nella collana LeMilleunaMappa. Questa collana, nel 2012, ha vinto il prestigioso premio Andersen come miglior progetto editoriale.
In effetti si tratta di un'idea originale e sicuramente vincente. I bambini si trovano ad affrontare un viaggio fantasioso, che mette in gioco la loro immaginazione e li porta a conoscere storie classiche, aiutandoli anche a sviluppare conoscenze geografiche.


In questo caso Cappuccetto Rosso si trova ad affrontare il viaggio dalla casa della Mamma fino alla casa della Nonna con una mappa, e magari questa volta riesce ad arrivare prima del Lupo, prendendo una scorciatoia!
Le mamme e i papà possono divertirsi ad accompagnare, insieme ai figli, Cappuccetto Rosso dalla Nonna seguendo le sue orme (grazie a una legenda particolareggiata) e illustrazioni dettagliate, caratterizzate da un tratto stilizzato e ben definito. Ogni tappa è riassunta in maniera chiara e udite udite, cari genitori, la mappa è ingualcibile, idrorepellente e indistruttibile!! Sì, ve lo assicuro, ho provato a strapparla (giusto per testare il prodotto) e vi garantisco che i vostri bambini non riusciranno a rovinarla!!
Ultima curiosità (eeehm è la cosa che più mi ha attratta, lo confesso!): all'interno vi si trova la ricetta assolutamente originale della famosa focaccia dolce della Mamma di Cappuccetto Rosso. Non sarebbe un'idea carina prepararla con i vostri bimbi? ^_^

A presto e buona giornata a tutti!




Illustratore Chiara Dattola
Autore Pino Pace
Collana Giralangolo - LeMilleunaMappa | Ragazzi
ISBN 978-88-6040-657-6
Data uscita 21-10-2010
Prezzo 8.90€

mercoledì 9 aprile 2014

La mia amata Jane

Buongiorno a tutti cari lettori, come state?
La vostra settimana procede bene? Qui a Roma ieri era una splendida giornata, oggi invece il sole sembra che non voglia proprio fare capolino tra le nuvole :-(
Oggi vorrei rimediare a una mia assurda mancanza, vi ho parlato poco o niente di una delle mie scrittrici preferite: Jane Austen. Chiedo venia!
L'ho conosciuta all'università, come sapete mi sono laureata in lingue (tedesco e inglese) e naturalmente, nel percorso di studi, non poteva mancare una delle scrittrici più brillanti e amate della letteratura inglese di tutti i tempi.
Ho letto e riletto tutti i suoi sei romanzi, naturalmente anche in originale e non mi stancherò mai di leggerla. Nell'anno 2013 si è festeggiato in tutti i modi possibili il bicentenario di "Orgoglio e Pregiudizio", sono usciti romanzi, saggi, hanno inventato il seguito di questa meravigliosa storia d'amore. E come non apprezzare e adorare un'autrice così piena di spirito (wit), ironia, perspicacia, audacia, coraggio.
I suoi romanzi sono rimasti e rimarranno per sempre nella storia, così come la loro autrice. Si è fantasticato e romanzato anche su di lei: chi non ha visto (tipo 200 volte) "Becoming Jane" con Anne Hathaway e James McAvoy?


Anche un'autrice nostrana, Giovanna Zucca (ha scritto lo splendido e commovente Mani calde), ha voluto raccontarci un'appassionante storia d'amore che vede coinvolta la nostra eroina e il luminare che ha cercato di curarla, il dottor Addison (sembra che la Austen sia morta proprio a causa del morbo di Addison, ma - come dice la Zucca - la storia d'amore è puramente inventata, soprattutto in virtù del fatto che i due protagonisti avrebbero avuto età incompatibili).
In Una carrozza per Winchester la nostra Jane è affetta da una grave e oscura malattia ed è sotto le cure dell'amorevole sorella Cassandra nella casa di Winchester.


Nonostante le raccomandazioni dei familiari, lei continua imperterrita a scrivere il suo ultimo romanzo, lasciato poi nelle mani del fratello Henry, che cura i rapporti con l'editore londinese di Jane.
Angelica Winnicott, vicina di casa degli Austen, scrive all'amica Jane Mary pregandola di interpellare il padre, il noto dottor Addison, affinché possa visitare l'amata Jane.
Il dottor Addison cede alle suppliche della figlia e si trasferisce nei pressi di Winchester, visitando quotidianamente l'ammalata. Il loro rapporto diventa man mano più profondo ed entrambi cedono alla passione, nonostante il dottore sia sposato. A Jane non è mai importato nulla delle convenzioni sociali e delle chiacchiere e decide così di trascorrere un po' di tempo a Bath insieme ad Addison. E' il suo ultimo desiderio, perché sa che sta per morire.
Non vi racconto tutto, ma vi dico che Giovanna Zucca è riuscita a dipingere il mondo della Austen alla perfezione, i discorsi, le ambientazioni, i personaggi, la stessa Jane sono dipinti in maniera perfetta. Ho sognato, pianto e riso insieme ai protagonisti, anche quelli minori sono descritti in tutte le sfumature del loro carattere: l'ingenua amicizia tra Angelica e Jane Mary è dolce, tenera e sincera, sono due ragazze oneste e piene di buoni sentimenti. Anche i giovanotti hanno comportamenti e maniere propri di quell'epoca, si innamorano in maniera appassionata e corteggiano timidamente le fanciulle.
Mi è piaciuto in particolare il ritratto della Austen, fedele a quello che ho studiato e imparato su di lei attraverso i saggi e attraverso i suoi romanzi: ha un carattere forte, indipendente, vivace, orgoglioso e autoironico.

Una storia davvero ben confezionata che consiglio a tutti gli amanti di Jane Austen, ma anche a chi ancora non la conosce e magari con questo libro imparerà ad apprezzarla! ^_^ 

ps: consiglio anche di visitare il sito di questa meravigliosa associazione! http://www.clubjaneausten.it/



lunedì 31 marzo 2014

Varie ed eventuali

Buon pomeriggio a tutti, come state?
Dai che è arrivata la primavera finalmente e con essa il nuovo orario e la stanchezza cronica tipica di questo periodo però... c'è il sole e a me va bene così!


Come avete trascorso il weekend? Io ho postato qualche foto su fb, qualcuno di voi avrà già dato una sbirciatina :-) Con mio marito e alcuni amici siamo andati a Campo Imperatore, due tranquille orette di viaggio ed eccoci in paradiso! Gli uccellini che cantavano, tanto verde e tanta neve, zero traffico e di conseguenza rumori ridotti al minimo. Tra l'altro appena sono salita in montagna mi si è aperto lo stomaco e non si è più chiuso fino a ieri sera! Succede anche a voi? Avevo sempre fame :-/

Mi sono rilassata tanto, anche perché noi donne siamo rimaste a prendere il sole sulle sdraio e gli uomini sciavano! Io ci ho provato qualche anno fa ad andare sullo snowboard, ma non è andata granché bene e non ci ho più riprovato, anche se mio marito insiste! Magari proverò gli sci!







Approfitto di questo post per ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto e mi sostengono in questa folle idea di aprire una libreria per bambini, se ci sono novità sarete i primi a saperlo!
Inoltre vorrei chiedere scusa a tutti i nuovi follower del blog, purtroppo ho problemi con Google Friend Connect, non riesco a cancellare né ad aggiungere nuovi blog da seguire, mi hanno detto che devo soltanto aspettare... voi avete riscontrato lo stesso problema? Perché se non risolvo cambio e vado su WordPress oppure.......



E i libri, dove li mettiamo? Cosa state leggendo in questo periodo? Io ho acquistato "Vintage Dream" di Erica Stephens perché avevo visto la copertina in libreria e me ne sono innamorata e "La ragazza che hai lasciato" di Jojo Moyes, perché avevo letto il prequel (in realtà l'ho scoperto dopo che era il prequel, pensavo fosse un romanzo breve!) di "Luna di miele a Parigi" che mi aveva incuriosito e perché mi ero innamorata della Moyes per questo gioellino.
Entrambi i romanzi raccontano due storie parallele di due ragazze, una ambientata intorno al 1900, l'altra ai giorni nostri; nel primo libro siamo a New York, nel secondo nella mia amata Parigi.


Per ora sono alle prese con "Vintage Dream" che ho quasi finito: la storia è scorrevole e interessante, soprattutto la parte ambientata nel 1900. Ve ne parlerò approfonditamente non appena arriverò alla fine!
Per ora vi lascio, a presto e buone letture ^_^

lunedì 24 marzo 2014

Torno con un sogno

Ciao a tutti, miei cari lettori! Ebbene sì, sono tornata :-)
Sono tornata perché mi mancavate, perché - ebbene sì, posso dirlo - qualcuno mi ha praticamente pregata di tornare (?), perché ieri era il mio quarto blogcompleanno e perché sentivo di voler condividere con voi il mio sogno, il mio vero sogno nel cassetto.
Un sogno appena accennato nel blog, nella pagina "Chi sono", ma che sabato, per la prima volta, l'ho sentito vicino e ho sentito di poterlo fare.
Da anni seguivo le avventure di Aurora e Antonella, due ragazze che hanno preso il coraggio a due mani e hanno aderito a un bando, aprendo una libreria per bambini a Centocelle, "Centostorie", una libreria speciale con caffetteria annessa, in cui organizzano corsi di inglese, laboratori creativi, letture animate e compleanni, una libreria anche itinerante, perché portano le loro esperienze anche al di fuori del negozio, nelle scuole, nelle biblioteche, insomma, una libreria alla "C'è posta per te"!


Tempo fa mi sono decisa a iscrivermi al corso che le libraie di Centocelle tengono presso la loro libreria su come aprire una libreria per bambini e sabato sono andata. Ci credete se vi dico che ero emozionata? Stavo facendo un passetto, seppur piccolo, verso il mio sogno.
Vi confermo che le due ragazze sono davvero in gamba, mettono sul piatto tutte le loro conoscenze, i loro consigli, i loro errori e i loro successi, rispondono a tutte le domande e ci infondono speranza: si può fare! Perciò grazie ragazze ^_^
Il corso è organizzato molto bene, hanno partecipato anche Paola, architetto, Emanuela, con la quale io avevo collaborato, recensendo dei libri editi dalla Sinnos, casa editrice per cui lavora e Giuseppe (non me ne voglia se ho sbagliato nome, ma eravamo talmente stanche che mi son persa la sua presentazione!) che ci ha parlato della scelta del logo, della pubblicità, in generale dei mezzi di comunicazione più efficaci.
Domenica mattina invece ci hanno parlato delle case editrice, del catalogo, delle letture animate e poi siamo arrivati ai saluti, ognuno portando nel cuore la propria idea di come vorrebbe la propria libreria, sperando che un domani possa avverare il sogno di diventare libraio!





Certo, io parto un po' svantaggiata perché son da sola e hanno vivamente sconsigliato di intraprendere un'attività del genere da soli, perché è davvero molto faticoso, perciò cercasi socia disperatamente per aprire attività ad Aprilia :D
Comunque sono molto motivata, pronta a mettermi in gioco e iniziare a studiare sul serio!

Sono carica ragazzi, anche se non ho mai smesso di leggere durante questo periodo di pausa e di consigliare libri su fb, torno anche qui a parlarvi di libri, di me e dedicherò ampio spazio alle letture per i bambini.
Grazie a tutti per aver avuto pazienza con me, grazie a coloro che hanno continuato a scrivermi e a darmi sostegno durante la pausa, grazie di cuore ♥ e... auguri a questo blog per il suo quarto anno di attività :-)


giovedì 30 gennaio 2014

Pausa!

Cari lettori, buongiorno!
E' un po' che non scrivo e che non vengo a trovarvi, chiedo venia.
Sto attraversando un periodo particolare, un periodo che forse - chi in un modo o nell'altro - anche voi colleghi blogger avete passato: non ho più voglia di scrivere.
Non c'è un motivo particolare, è soltanto che sono un po' stanca, non ho più l'entusiasmo di una volta, la voglia di cercare nuovi spunti, di inventare rubriche o contest... quando prendo un libro in mano non penso più "potrei scrivere così nella recensione", ho voglia di leggere per me stessa.
Non dovete prenderla sul personale eh? :P E' una cosa mia, soltanto mia, quindi comunico che il blog chiuderà i battenti fino a data da destinarsi. So che si avvicina il blogcompleanno, ma non ho molta voglia di festeggiare.
Spero di ritrovare presto un nuovo equilibrio e nuove energie per tornare da voi con rinnovato entusiasmo! Continueremo comunque a vederci su facebook, non scomparirò, promesso ^_^
Mi scuso per questo triste post, ma vi prometto che continuerò a leggere taaanti libri... anche voi mi raccomando, non smettete mai, anzi

ABBUFFATEVI DI PAROLE!!!



giovedì 16 gennaio 2014

Angolo Bimbi

Buongiorno a tutti, come state? Gira l'influenza purtroppo... la mia collega è fuori gioco, io sono ancora in piedi, ma stamattina mi sono svegliata con un bel mal di gola e un po' di raffreddore :-/ pazienza, passerà!
Come potete leggere dal titolo e, come promesso, oggi inauguro la nuova rubrica dedicata ai più piccini: l'Angolo Bimbi.


A novembre la Sinnos Editrice mi ha gentilmente inviato tre bellissimi libri.
Ecco il primo:
"Cosa stai guardando?" di Marica Bersan con illustrazioni di Claudio Cerri. Fa parte della collana Nidi ed è indicato per bambini dai 2 ai 6 anni.



Di cosa parla?
Sta accadendo qualcosa di straordinario in città. Tutti i bimbi nel parco stanno con il naso all'insù, ma come mai? Un libricino tutto da gustare, con illustrazioni coloratissime che lasciano incantati, a bocca aperta, proprio come i bimbi della città che guardano... un meraviglioso arcobaleno! Alla fine del libro trovate anche delle attività da proporre ai vostri figli sui colori e sull'arcobaleno. E non può essere un libro dedicato anche a noi adulti che non ci stupiamo ormai più di niente? :-)
Info:
formato 16x16
48 pagine
€ 8,50

Ora invece parliamo di quest'altra interessante proposta della casa editrice, dedicata ai bambini a partire dai 4 anni: "Il mio nome è No!", che fa parte della nuova collana I Tradotti.

L'autrice, Marta Altés, ha lavorato a Barcellona come graphic designer, decidendo poi di dedicarsi all'illustrazione (trovate alcune sue opere qui). "Il mio nome è No!" è il suo libro d'esordio. Protagonista è un bel cagnolone di nome... No, o almeno così crede lui. E' un cane affettuoso, giocherellone e... un po' monello, combina un disastro dopo l'altro, infatti i padroni lo sgridano in continuazione e lui non riesce a capire perché, se si chiama No, sul collare ci sia scritto... Spike @.@ 
Libro divertentissimo, con un finale intelligente, dedicato ai bambini che dicono sempre no e fanno impazzire i poveri genitori!! 
Info:
pag.: 32
formato: 24,5x27
€ 8,50

Ultimo, ma non ultimo è "La prima volta che sono nata", dei francesi Vincent Cuvellier e Charles Dutertre, facente parte sempre della collana I Tradotti.


E' un libro meraviglioso, commovente, dedicato a ogni età, anche ai più grandi, soprattutto alle mamme che aspettano un figlio, o hanno già una figlia.
Si tratta di un albo illustrato, che racconta tutte le prime volte di una bimba, che sono anche le nostre prime volte: 

"La prima volta che ho camminato, sono caduta.
La prima volta che sono caduta, mi sono rialzata.
La prima volta che mi sono rialzata, ho camminato."

Le illustrazioni sono forse poco "attraenti" per i bimbi, poco colorate, ma sono essenziali e come dicevo, è un libro che possono leggere tutti, grandi e piccoli.
Info:
pag.: 104
formato: cartonato 21x21
€ 13,00

Termina qui la "prima volta" della rubrica Angolo Bimbi. A presto con altre novità!

Buon weekend a tutti voi ^_^

lunedì 13 gennaio 2014

The Most Beautiful Sentence

Buongiorno a tutti e buon lunedì! Come state?
Oggi a Roma fa taaanto taaanto freddo brrr quest'anno il tempo è davvero strano, non trovate? Giorni piovosi, caldi, sole, freddo, non si capisce più nulla! In ufficio da me stanno tutti male :-/ io ho avuto un po' di raffreddore, ma niente di che, anche se sto ancora combattendo con il colon, uff, non ne esco viva! Dovrò fare qualche analisi, vi terrò aggiornati, probabilmente si tratta di qualche allergia alimentare.
Beh, come promesso, per non saltare la rubrica più amata del blog, l'ho spostata al 13 gennaio ed eccoci qui.
Un riassuntino per chi non ha mai partecipato e magari vuole iniziare con il nuovo anno.


La rubrica The Most Beautiful Sentence consiste in questo: ognuno di voi, me compresa, scriverà nei commenti al post la frase più bella, la frase che più vi ha colpito del libro che state leggendo o che avete appena finito di leggere. Accanto alla frase dovrete scrivere da quale libro è stata tratta, dopodiché sceglierò la frase più bella secondo il mio modesto parere :-)

Ecco la mia frase, tratta da "La testa sul piatto" di Chiarella Ghini:
"[...] Talora penso che chi afferma di doverci amare tutti l'un con l'altro, non sia mai stato in posti come una stazione, un aeroporto e una metropolitana". Le sembrava un pregiudizio anche l'amore, così prepotente nel proporsi come il migliore, l'unico. Lei si avviliva di non saperlo maneggiare con destrezza."


E ora a voi, miei cari lettori! Annuncerò il vincitore (che non vincerà niente :P) su facebook e twitter, seguitemi! Noi ci rivediamo in settimana con l'inaugurazione della nuova rubrica dedicata ai più piccini. Stay tuned ^_^