martedì 19 aprile 2011

L'eReader e i suoi seguaci!

Oggi vorrei condividere con voi una mia personalissima riflessione..
Stamattina ero sul treno per andare al lavoro. Sapete che su questi mezzi di trasporto si incontrano persone di ogni genere @_@ ma non è di questo che voglio parlarvi oggi.
Vorrei parlarvi di uno strumento che ha avuto un discreto successo in Italia: l'eReader. 
Mi è venuto in mente perché questa mattina una ragazza stava leggendo un ebook su questo lettore elettronico.. beh, ci ho riflettuto su e la mia conclusione è che preferisco di gran lunga i cari bei libri di carta.. quando vado in libreria adoro osservare le copertine, farmi catturare da loro, prenderli in mano, sfogliarli e sentirne l'odore.... e vi confesso anche un piccolo segreto: quando sono in metro o, appunto, sul treno, non posso fare a meno di guardarmi intorno e se qualcuno ha un libro in mano aguzzo la vista e cerco di capire cosa sta leggendo.. a volte faccio anche un giochino tra me e me (vi starete chiedendo se sono normale!! E' che a volte sto così spiaccicata che non posso fare altro che muovere gli occhi!!)  - comunque, se non riesco a vedere la copertina del libro leggo qualche riga e mi diverto a scoprire se è un libro che ho già letto oppure no! 
A parte questo, ve ne volevo parlare anche perché è una cosa che ho provato io stessa.. sì lo confesso, ho peccato!!! Ho l'iPhone, e per curiosità ho scaricato qualche libro gratuito, soprattutto i classici.. insomma, mi sono cimentata nella lettura di "A Christmas Carol" di Dickens (ovviamente libri in italiano non se ne trovano!) e devo dire che dopo il primo capitolo mi sono stancata.. non che mi dessero fastidio gli occhi, perché puoi abbassare la luminosità o puoi scegliere la pagina color seppia cosicché ti dia meno fastidio, ma non traevo nessun piacere dalla "lettura elettronica"... vero è che non è la stessa cosa dell'eReader ma siamo lì!
Beh ragazzi, tutto questo per dire che non sono assolutamente contro la tecnologia, anzi, ma in certi casi è meglio, secondo me, restare così come stiamo....



10 commenti:

  1. Non so, io sono amante della tecnologia e confesso che se non costasse tanto forse l'avrei già acquistato! Però resto legata al caro e vecchio libro e al suo odore insuperabile!
    P.S. forse l'iphone è un po' piccolino per leggere! :)

    RispondiElimina
  2. Sì forse è un po' piccolino, però resta il fatto che devo poter sfogliare pagine di carta per godere appieno del meraviglioso mondo dei libri! ^_^

    RispondiElimina
  3. chi ama leggere non può fare a meno di aprire il libro a metà e avvicinare il naso per sentire l'odore...così come il passare ore nelle librerie in cerca d'ispirazione. E poi siamo tutti "orgogliosi" della nostra piccola ma preziosa libreria che di mese in mese diventa sempre più imponente. Ammucchiare file di testo è a parer mio tremendamente triste, ma è in questa direzione "mordi e fuggi" che da anni stanno provando a indirizzarci.
    Un saluto Chiara!

    RispondiElimina
  4. @fabriziomagno: Ciao Fabrizio, benvenuto!!
    Hai pienamente ragione.. se si amano i libri non si può fare a meno di gustarseli in tutto e per tutto! La filosofia "mordi e fuggi" non fa davvero per me e spero vivamente che le piccole librerie continuino a vivere!!!

    RispondiElimina
  5. condivido il tuo pensiero,il bello della lettura e' avere il libro tra le mani,sentirlo al tatto,e' un'altra sensazione diciamo ....umana
    Buona Pasqua

    RispondiElimina
  6. @frogghina: BUONA PASQUA ANCHE A TE!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Discordo :)
    Non perché non piaccia anche a me avere il libro di carta, in mano e soprattutto in libreria. Però trovo che, fate le dovute somme, l'eReader sia una gran bella cosa. Argomento (veloce se no Chiara mi caccia!)
    - lascia perdere iPhone ma anche iPad: sono retroilluminati e stancano esattamente come il monitor del PC. Gli eReader "veri" vanno a tecnologia e-ink, che riproduce esattamente l'effetto ottico della pagina di carta: non stancano.
    - non vedo dove sia il "mordi e fuggi". L'opera non è nel mezzo, in questo caso, ma nel contenuto. Anche perché il mezzo non lo stabilisce l'artista (scrittore) e cambia di volta in volta. Considerata la qualità scadente di molte edizioni anche non economiche, preferisco mille volte una versione più "asettica"
    - La cosa positiva degli e-book è la facilità di diffusione e il prezzo minore (anche se in Italia cercano di tenerlo altissimo). Se si ama leggere tanto non si può non dover scendere a patti con la questione economica, a meno di non essere "benestanti".
    - La mia libreria chiede altri scaffali, ma io non posso darglieli. Pur avendo libri decisamente brutti che però non riesco a buttare. Se leggo un libro prima in digitale, poi posso decidere liberamente se merita un posto lassù o meno.
    - è anche e soprattutto una questione di abitudine :)
    - e chi smette di andare in libreria? io ci vado anche solo per rilassarmi, se ci passo davanti DEVO entrare. Anche se so che ho ancora 4-5 libri in coda di lettura. E'un incrocio tra un Tempio e un parco giochi.

    RispondiElimina
  8. @Ema: non ti caccio non ti caccio!!! :P
    Anch'io da quando mi sono sposata, nella nostra casetta c'era solo una mensola per i libri, che inevitabilmente si è piegata per il peso..
    quindi ho costretto mio marito a comprare una libreria (sempre troppo piccola per me) ma non m'importa... devo riempirla di libri!
    Per quanto riguarda il prezzo.... ci sono i mercatini (dove si trovano anche libri nuovissimi e recenti a 3€) !!!!!!

    RispondiElimina
  9. Io voto per la tecnologia. Leggo persino di piu' da quando uso gli ereader. In casa ne abbiamo due, eccoli http://www.youtube.com/watch?v=RKc34yti20I

    RispondiElimina
  10. @belliwal: buon per te!!! Comunque anch'io sono a favore della tecnologia, ma per quanto riguarda i libri continuo a preferire il cartaceo!! ;-) Ciaoooo

    RispondiElimina

Abbuffiamoci di parole!!!