martedì 12 luglio 2011

Libri e amori a Los Angeles di Jennifer Kaufman e Karen Mack

Avete presente quando leggete un titolo che subito vi attira così come la copertina e vi aspettate chissà cosa, magari un racconto divertente, frizzante, persino romantico che oltretutto parla di quegli oggetti meravigliosi che ti aiutano a fantasticare e a perderti in mondi inimmaginabili e invece vi trovate davanti un romanzo che tutto sembra essere tranne che divertente, frizzante e romantico! Una delusione insomma!
Ecco, a me è successo con questo romanzo.
Siamo a Los Angeles. Dora è una trentacinquenne con due matrimoni falliti alle spalle, senza un lavoro ma che vive da miliardaria, spendendo soldi per abiti e, naturalmente, libri. Fin da piccola la mamma portava lei e la sorella, Virginia, a fare “gite letterarie”, a visitare i luoghi in cui gli scrittori hanno vissuto e scritto, finché non ci fu un incidente stradale dovuto al fatto che la madre era un’alcolizzata.
Un giorno Dora, durante una delle sue visite in libreria, scambia quattro chiacchiere con Fred, che lavora lì: Fred è affascinante, colto e divertente. Escono insieme per un po’, lei conosce anche la madre e la nipote che “adotterà”.
Quando però ci sono problemi all’orizzonte, Dora si immerge in una delle sue “orge letterarie”, si chiude in casa per giorni isolandosi dal resto del mondo, e tra un bicchiere di vino e l’altro divora libri di qualsiasi genere, a seconda dell’umore, per giorni e giorni.
Ma cosa succede quando incontra il suo ex marito Palmer? Riuscirà a rimettere ordine nella sua vita senza l’aiuto dei libri?
Sarà che il romanzo è stato scritto a due mani, sarà che le mie aspettative erano superiori, sta di fatto che non so come ho fatto ad arrivare fino alla fine. La storia non scorre affatto, l’utilizzo dei flashback è assordante, spesso si perde il filo del tempo: ora sta parlando del presente o del passato? E bisogna tornare indietro a rileggere per afferrare la situazione. L’uso delle parentesi è spropositato, alcune affermazioni sono assolutamente senza senso: voglio dire, c’è bisogno di spiegare cosa significa quando uno - per gioco - si punta il dito alla tempia e preme il grilletto (“gesto universale che significa questo questo e questo”...)??
L’unica certezza è che, se siete alla ricerca di spunti per letture interessanti e colte, il libro ne è pieno zeppo! Certo, a volte si tratta di un elenco assurdo di trame e storie, come quando la protagonista mette a soqquadro la sua libreria e nel frattempo spiega di cosa trattano i libri che sta gettando contro la parete @_@
Purtroppo non sono riuscita a trovare un senso a questa storia. Dora non suscita simpatia, anzi! Anch’io adoro leggere, ma sfuggire come fa lei alla realtà che ci circonda non può portare niente di positivo nella propria vita!

21 commenti:

  1. :OOOOOOOO allora non lo voglio io odio i libri pieni zeppi di dettagli, quando leggo voglio immaginare e non voglio annoiarmi con continui flashback.... Fortuna che me lo hai detto il titolo inganna!
    Grazie Chiara!!!
    P.S. meno 11 ;)

    RispondiElimina
  2. Cara, se hai voglia di passare da me, c'è una sorpresina per te!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  3. grazie per il post..semmai mi dovesse accadere cercherò di scansarlo hihihi buona giornata

    RispondiElimina
  4. io compro i libri in base alla copertina! non è un buon modo? Chiaretta fai il tifo per me...devo assolutamente liberarmi da "mangia prega e ama" o lo brucio =)

    RispondiElimina
  5. @Marianna: sì il titolo e la copertina ingannano purtroppo!! Monella mi fai il conto alla rovescia? Ahhahahah

    @Adriana: ho visto! Grazie mille tesoro!!!!!! :"> Sono felicissima per il premio!!

    @Tina: ahahhahah sì VADE RETRO buona giornata a te!

    @Ale: anch'io do tantissima importanza alla copertina, ma a volte, purtroppo, il contenuto delude.. ahahahh oddio ancora alle prese con quel libro??? Ti dico solo che avevo iniziato a vedere il film (in inglese tra l'altro) e dopo circa 5 minuti ho lasciato perdere.. immagino che cosa deve essere il libro! :-/ Non ti invidio cara! ahahahah

    RispondiElimina
  6. lo sai che non l'ho mai comprato pensando che fosse proprio un pacco?
    Adesso sto leggendo L'importanza di essere sposata
    L'hai letto?
    al momento è molto carino :-)

    RispondiElimina
  7. Ciao Chiara!
    Avevo visto il libro su Amazon, il titolo mi aveva subito colpita, ma leggendo la trama non ne ero rimasta affascinata come accade di solito, quindi non l'ho comprato. Dopotutto ho fatto bene :P
    Ti consiglio invece una scrittrice, julie buxbaum, ha scritto due libri per me fantastici. Baci!!

    RispondiElimina
  8. ...che peccato! E pensare che anche la copertina ispira molta fiducia... me ne ricorderò... e sceglierò altro!

    RispondiElimina
  9. il titolo e la copertina effettivamente facevano pensare altro...meno male che ci sei tu!!!

    RispondiElimina
  10. Insomma ti sei fatta un'abbuffata di parole, ma questa volta non hai digerito!! Complimenti per essere arrivata sino alla fine!
    ciao

    RispondiElimina
  11. Grazie per esserti sorbita questo romanzo al posto nostro! heheehehe ;) a presto!

    RispondiElimina
  12. mi è capitato spesso anche a me di rimanere delusa da un libro che sembrava interessante
    Grazie per la recensione!!!

    RispondiElimina
  13. Grazie cara per la recensione, meglio sapere. . .

    RispondiElimina
  14. @Waiting: hai fatto bene infatti! Almeno secondo me :-) Non l'ho ancora comprato, ma è nella lista!

    @Michela: già, a me non è proprio piaciuto! :-/ grazie per il consiglio!

    @Stefania e sulsecondobinario: sì, infatti, anche la copertina mi ha ingannata!! :-(

    @Rita: ahahahah sì hai proprio ragione, non ho per niente digerito!! :D

    @Laura e speedy70: ma figurati!!! ;-)

    @Sara: sì, purtroppo a volte capita!

    RispondiElimina
  15. Che peccato,e' brutto rimanere delusi da qualcosa che pensavamo meritasse di piu',questo libro e' stato come una mela bella fuori ma immangiabile,complimenti per la tenacia ad arrivare fino alla fine del romanzo

    RispondiElimina
  16. chiaretta vai sulla mia pagina facebook

    RispondiElimina
  17. @frogghina: hai centrato in pieno la similitudine cara! Grazie.. in effetti sono stata più volte sul punto di cedere, ma in genere, anche se un libro proprio non mi scende, arrivo comunque fino alla fine! ^_^'

    @Ale: tesoro devo andarci stasera da casa perché al lavoro è proibito!!! :'( ps: comunque ti trovo come "Alessia Bianchi"?? baci

    RispondiElimina
  18. buongiorno tesoro ..buona giornata un bacione

    RispondiElimina
  19. Non sono d'accordo a me è piaciuto

    RispondiElimina
  20. @Anonimo: è bello confrontarsi, soprattutto quando si hanno opinioni diverse, ma... potrei almeno sapere il tuo nome? E magari, anche perché ti è piaciuto questo libro? :-)

    RispondiElimina
  21. lo inizierò stasera... l'ho comprato perchè ne avevo avuto una buona impressione...spero di non rimanere troppo delusa! :S
    ciao ciao! Laura

    RispondiElimina

Abbuffiamoci di parole!!!