lunedì 12 marzo 2012

Piccole storie indaco



Buongiorno cari lettori, buon lunedì!
Oggi nel mio angolo di recensioni si parla di poesia! ^_^
Il giovane Paolo Amoruso (17 luglio 1995) ha pubblicato questa raccolta di poesie presso le Edizioni La Gru, nella collana “Scintille”.
La bellissima dedica di Paolo va alla poetessa Alda Merini. 
Piccole storie indaco” non è una semplice raccolta di poesie, ma un insieme di emozioni, esperienze, sofferenze, è una vera e propria storia di crescita interiore di un adolescente che soffre ed è alla disperata ricerca della felicità.
Nelle sue poesie esce fuori tutta la rabbia di questo giovane che si sente intrappolato in un mondo duro che non riesce ad affrontare se non chiedendo aiuto e perdono al Signore.

Quando Paolo mi ha scritto chiedendomi se fossi interessata a recensire la sua opera ero un po’ reticente, non perché non volessi, ma, come ho scritto a lui, mi sento inadeguata a recensire un libro di poesie, non essendo un genere che mi appartiene e perché ho sempre ritenuto che la poesia sia una forma d’arte elevata, che è al di sopra di noi, al di sopra delle parole, una forma d’arte difficile da spiegare perché suscita e risveglia pensieri ed emozioni diverse che appartengono solo e soltanto a noi.
Posso solo dire che le poesie di Paolo mi hanno emozionato e commosso, soprattutto l’ultima, dedicata a sua madre di cui trascrivo alcuni versi.

Mamma, amica mia, chiudi gli occhi e inizia a sognare,
sogna quella amata semplicità di vita che tu hai donato a
me.
Mamma, 
tu che sei l’amore mio vero e puro che io possa amare,
avvicinati ancora e continua a riempirmi di baci, abbracci e
carezze,
perché la cosa più bella per un figlio
è il sentirsi sempre un piccolo angelo che coccolato dalla
sua mamma diventa un uomo”.


Per informazioni sull’opera di Paolo, visitate il sito della casa editrice: http://www.edizionilagru.com/piccole_storie_indaco.html

10 commenti:

  1. Ma è giovanissimo questo scrittore! ed è già così bravo. Complimenti davvero!
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Anche io non mi sento molto portata per la lettura delle poesie, eppure ce ne sono alcune che hanno saputo emozionarmi molto, anche questa che hai riportato mi ha commossa...forse perchè mi sento tanto mamma , ma anche tanto figlia!

    besos

    loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la poesia sulla mamma è davvero splendida.. :') baciniii

      Elimina
  3. La poesia è un mondo difficile, è vero!
    Secondo me bisogna essere davvero unici e sensibili per poter toccare fino in fondo il cuore di chi le legge.
    Questa che hai trascritto è bellissima e commovente!
    complimenti allo scrittore!
    smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto difficile anche secondo me! Hai ragione sìsì!

      Elimina
  4. interessante blog, sicuramente merita attenzione. Io non sono un'appassionata di poesia, preferisco la prosa, ma un mio caro amico poeta mi sta regalando dei libri e inizio ad apprezzarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, benvenuta! Mi fa piacere che ti piaccia il mio blog! Anch'io preferisco la prosa, ma alcune poesie possono essere molto emozionanti!

      Elimina
  5. Ciao Chiaretta, sono venuta a leggerti un pochino e a votare la sentence piu' bella.

    Gia' che ci sono....
    Ho un pensierino per te. Passa a ritirarlo. http://cecrisicecrisi.blogspot.com/2012/03/beccati-sto-premio.html

    Baci baci

    RispondiElimina

Abbuffiamoci di parole!!!