martedì 11 settembre 2012

Le feste non vengono mai da sole

Buongiorno a tutti, come andiamo?
Mio marito e io abbiamo trascorso uno splendido, meraviglioso ultimo weekend di mare a Palinuro, in questo albergo..


Ragazzi miei, che pace, che mare! Abbiamo fatto dei bagni spettacolari, nuotando alla ricerca di tanti bei pesciolini e la colazione sulla terrazza vista mare non ha paragoni, se poi ci metti anche cornetti (sì, al plurale :P) e cappuccino... ^_^




E’ stata dura tornare alla realtà lunedì, ma che dobbiamo fare? C’est la vie!

Piano piano sto riprendendo il mio solito ritmo di lettura, ho tanti arretrati, per questo, per ora, ho sospeso la ricezione delle opere degli autori esordienti, riprenderanno a ottobre! Tra l’altro, spero a breve di darvi una bella notizia, diciamo relativa al blog.. per adesso, è tutto top secret, ma potete incrociare le dita per me! ;-)

Visto che ho accennato agli autori esordienti, oggi vorrei parlarvi di Lorenzo Marone, che forse tanto esordiente non è, dato che ha vinto diversi premi letterari. Lorenzo è nato a Napoli, classe '74. Mi ha inviato una costola, come scrive lui stesso, di un suo romanzo (“La tristezza ha il sonno leggero”), nella speranza di vederlo pubblicato, attraverso il racconto che ho letto io, “Le feste non vengono mai da sole”.


Antonio, protagonista e voce narrante, racconta di un tranquillo - almeno in apparenza - capodanno in casa Esposito, attraverso diversi flashback. La famiglia è riunita per il cenone e i festeggiamenti, l’unica intrusa è una condomina, la signora Pisanelli, abbandonata dal marito scappato con la donna delle pulizie ucraina. Il problema non è tanto ospitare la signora Pisanelli, quanto il fatto che nel palazzo gira voce che la donna, uscita di senno, pratichi il voodoo e porti iella. In effetti, succede il finimondo quando viene stappata la bottiglia di spumante! Feriti, corse all’ospedale, le strade di Napoli che sembrano un campo di battaglia, anzi, di morti viventi che chiedono aiuto alle macchine di passaggio.
Un racconto davvero molto divertente, ricorda un po’ la classica commedia napoletana, scritto in maniera eccellente, nessuna frase fuori posto, tutto calza alla perfezione, parole, dialoghi, personaggi. In queste poche pagine il lettore riesce a conoscere Antonio, un padre e uno zio affettuoso e un po' filosofo, geloso della figlia, desideroso di affetto e deciso a cambiare il mondo, partendo da Napoli. E poi c'è l'amministratore, tale signor Barletta, che se lo incontri per le scale è meglio scappare, altrimenti ti sciorina tutti i problemi, secondo lui vitali, relativi al condominio. Napoli fa da sfondo, ma è sempre presente, in ogni riga, con i suoi eccessi e le sue bellezze.
Sarei davvero curiosa di leggere il romanzo “La tristezza ha il sonno leggero”. Un editore intelligente non esiterebbe a pubblicarlo! 

"Con Salvatore Barletta ci si dà del voi, il lei proprio non gli entra in testa. In ogni caso l’amministratore ha sempre qualcosa d’importante da dire, qualche rivelazione dell’ultima ora. Perciò, se non arriva subito l’ascensore, corro il rischio di rimanere nell’androne per il resto del pomeriggio, impegolato in faccende del tutto irrilevanti per la mia vita, ma non, purtroppo, per quella del mio interlocutore".

Il racconto lo potete acquistare su Amazon (formato Kindle) al prezzo di 0,92 €

Ps: date una sbirciatina al blog di Lorenzo

Pps: un grazie infinito a Marianna per il bellissimo premio 




28 commenti:

  1. Be un bel modo di chiudere la "campagna marina" Hotel lussuoso, cornetti sul terrazzo vista mare, che desiderare di più?
    Le mie dita sono incrociate e non vedo l'ora che tutto abbia inizio :D Smack ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto sì? Non mi ci far pensare, voglio tornarci subito immediatamente :'(
      Grazieeee ♥

      Elimina
  2. Wow che bell'hotel e che paesaggi da sogno!
    Incrocio le dita per le novità dell tuo blog, sono curiosissima, non vedo l'ora di conoscerle
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene, da sogno! E' stato un weekend incantevole :-)
      Grazie mille davvero.. vedrai vedrai :P

      Elimina
  3. Che meraviglia il posto dove sei stata! *__*
    In bocca al lupo per la tua novità blogghesca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì splendido davvero! Non conoscevo il Cilento, ma me ne sono innamorata!
      Crepiiiii :D

      Elimina
  4. Risposte
    1. E' stato un vero piacere leggere il tuo racconto! In bocca al lupo per tutto! ;-)

      Elimina
  5. Questo libro mi ricorda vagamente un pezzo della fiction Anni '50, ambientata a Capri, dove era ormai assodato che il proprietario di un'agenzia di pompe funebri portasse male.
    Immagino che la simpatia della storia sia quella, se non maggiore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho capito di quale fiction parli, ogni tanto la guardavo.
      E' un racconto comico, tutto.. anche l'amministratore è una macchietta davvero simpatica, così come il cane.. insomma, c'è da ridere!

      Elimina
  6. WOW Chiara che posto meraviglioso! Mi fai venire voglia di partire!!!
    Incrocio le dita per il blog!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto?? Beh anche tu hai visitato dei posti splendidi!
      Grazieee ^_^

      Elimina
  7. Sembrerebbe molto divrtente, peccato non sia cartaceo...grazie comunque della segnalazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io preferisco il cartaceo, ma per i novelli scrittori è difficile trovare qualcuno disposto a pubblicarti!

      Elimina
  8. ...anche io voglio un ultimo we al mare!!

    Interessante questo autore, un capodanno in famiglia a Napoli , riesco ad immaginarmelo benissimo!! ;)

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ihihih sei invidiosa, eh? ;-) Scherzooo
      Sì, è un autore interessante e molto molto bravo!
      Un bacione cara

      Elimina
  9. anch'io incrocio le dita per te!!! ^_^

    RispondiElimina
  10. Splendida Palinuro, incanta con i suoi paesaggi!
    Approfondisco la conoscenza di Lorenzo, mio conterraneo.
    Un abbraccio, Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Ne sono rimasta affascinata! Eh sì, Lorenzo è tuo conterraneo! Un bacio e buon weekend

      Elimina
  11. Risposte
    1. Ti piace?? Mi fa piacere, perché io lo adoro! ^_^

      Elimina
  12. Passo al volo solo per complimentarmi per il nuovo blog :) nonostante riprenda una scena all'esterno, addirittura per strada, in qualche modo magico fa sentire a casa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehiii che bello rivederti qui! Grazie, sono contenta che ti piaccia, hai scritto una cosa bellissima :')

      Elimina
  13. Mi piace il new look del tuo blog! Hai detto cornetti e cappuccino davanti al mare? Puoi dirmi esattamente dove si trova quest'albergo? Grazie, cara, e bentornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti piace? Mi fa davvero piacere! Eeeehm sì, cornetti e cappuccino e questo è l'hotel http://www.grandhotelsanpietro.com/
      Bacioni

      Elimina

Abbuffiamoci di parole!!!