mercoledì 21 novembre 2012

Quando cala il buio

Ragazzi, come state?
Oggi qui c’è un bel sole, ma l’aria è davvero fresca fresca e frizzantina :D e da voi?
Oggi vi parlo di un genere a cui di solito non mi avvicino, preferisco vedere thriller e racconti dell’orrore in tv, ma mai dire mai, così quando Argeta mi ha proposto il libro e ho visto la copertina ho detto subito sì. Non è spaventosa?


Vi riporto la trama sul sito della Butterfly di “Quando cala il buio”, Massimiliano Bellezza: Salem, Oregon settentrionale. Alle inquietanti sparizioni di bambini e adolescenti segue la scoperta di una vera e propria casa degli orrori, all’interno della quale si trovano i corpi delle piccole vittime.
Altrove, un uomo si sta preparando a lasciare il suo appartamento. Si fa chiamare Ray Smith. Le sue mani sono sporche di sangue e una donna dai lunghi capelli neri è riversa sul pavimento. Allo specchio, il volto dell’assassino è deturpato: sulla sua pelle, l’uomo reca i segni di qualcosa che accadde quando era soltanto un bambino, e che l’ha cambiato per sempre.
Una settimana dopo, cinque ragazzi sono immobili dinanzi al cancello di una scuola abbandonata. Sono cinque, giovani e forti. Ne rimarrà solo uno.
La trama mi sembrava intrigante, ma il libro non ha soddisfatto le mie aspettative. La trama è poco originale, un racconto di ragazzini inseguiti da un maniaco è un classico dei film horror americani. La storia è scritta al presente, in modo tale che il lettore possa sentirsi pienamente coinvolto, ma a me non è successo. Non ho trovato il ritmo incalzante, né i dialoghi mi hanno appassionata o trasmesso ansia. Nota positiva: il protagonista Gary, il ragazzo buono, il leader del gruppo, che, nonostante la situazione, cerca di mantenere i nervi saldi e guidare gli altri con risolutezza. 
Finale... scontato.

Per chi comunque fosse interessato al genere e alla trama qui trovate le informazioni per acquistarlo: http://butterflyedizioni.wordpress.com/acquisti/ e qui c’è il link fb del romanzo: https://www.facebook.com/QuandoCalaIlBuio

Baci a tuttiiiiiiiiii

23 commenti:

  1. grazie :-)

    Si hai ragione la copertina è veramente spaventosa e invita a leggerlo, anche io una crocetta sopra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la copertina è fatta davvero bene!

      Elimina
  2. Anche qua a Bologna bellissima giornata e aria più che frizzantina.Io non amo i trhiller ne per libro ne per tv,mi mettono troppa ansia :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhahah beh dai sono belli i film!
      A Roma è bello anche oggi!! :D

      Elimina
  3. Ma pensa te, certe volte ci facciamo prendere dal titolo e dalla copertina e poi ne rimaniamo delusi è proprio vero che l'abito non fa il monaco!!!!
    Anche io come Adri ci metto una bella croce sopra...smack ♥

    RispondiElimina
  4. Peccato davvero che non ti sia piaciuto perchè la copertina aveva già attirato la mia attenzione :(
    Pazienza, se dici che è così scontato passo sicuramente, ultimamente di libri scontati ne ho letti anche troppi!
    Anche qui giornata stupenda, andrei volentieri al parco con il cane ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la copertina è fatta molto bene, è accattivante!
      Uuuu magari potessimo uscire da questi tuguri :'(

      Elimina
  5. Questo tipo di storie mi fa tanta paura sia come film che come libri. Non comprerei mai questo romanzo (dopo la tua recensione soprattutto :-)))
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piacciono i film di questo genere, non mi spavento facilmente ;-)

      Elimina
  6. Quindi esattamente quello che thriller e horror non devono essere. Sono meno scontati certi incubi che facciamo la notte ;) Ragazzi giovani e forti, ne rimarrà solo uno, il ragazzo buono.. mi ha ricordato It di Stephen King!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio adesso mi devi raccontare i tuoi incubi ahahahah
      Beh, Stephen King è... The King!!

      Elimina
  7. Mi fido di te se dici che non ti intriga, vuol dire che gli manca qualcosa e allora lo cestiniamo, a questo punto continuo a vedere "Criminal Mind", che dici faccio bene? Bacioni al prossimo libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio Criminal Minds è davvero inquietante, se posso lo evito: è un bel telefilm, fatto bene, ma mi trasmette una vera angoscia O.o baciii

      Elimina
  8. no questo non è assolutamnte il mio genere, sarò super impressionabile come dice nia figlia a me ste cose mi angosciano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaaaa ti impressioni facilmente?? Ahahahah ebbè, non siamo tutti uguali! ;-) bacioni

      Elimina
  9. a parte il titolo identico alla traduzione italiana del primo romanzo di Charlaine Harris... (in inglese era "Dead until dark")
    Il fatto che un autore italiano senta il bisogno di parlarci di protagonisti americani in america è di solito garanzia di zozzeria ;) o perlomeno di scimmiottamento acuto da telefilm!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "scimmiottamento acuto da telefilm"? ahahahh interessante!
      Beh... dipende dai! Diciamo che le ambientazioni americane attirano di più e sono un po' più affascinanti.
      Pensa se l'autore avesse ambientato il romanzo in una scuola di Roma.... naaaaaaa dai non suonava bene! ;-)

      Elimina
    2. Se non lo sai fare, no ;)

      Elimina
  10. Grande Chiaretta!!! ;)
    Ti auguro un felice fine settimana, sono stata abbastanza assente in questi giorni, ma inizia la depressione pre natalizia!! ;)
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehiii eccoti!! Nooo combatti la depressione sususu! Bacioni, ti aspetto ♥

      Elimina

Abbuffiamoci di parole!!!