martedì 9 aprile 2013

I fantasmi della notte e la frase più bella di questo mese!

Buongiorno cari lettori! Scusatemi per il post frettolosissimo di ieri, ma la mattinata è iniziata in maniera freneticamente inaspettata, grazie comunque a tutti coloro che hanno partecipato alla rubrica.

Oggi, mi perdonerete, ma il post sarà un po' lungo. Vorrei parlarvi dell'ultimo libro che ho finito da poco di leggere, edito da Fanucci Editore: "I fantasmi della notte" di Jeaniene Frost.


Premetto che si tratta del sesto volume della saga "Night Huntress", ma prima di richiederlo in lettura non lo sapevo, altrimenti sapete che non l'avrei mai letto perché non amo le saghe, soprattutto se sono così lunghe. Ma tant'è, ormai lo avevo e ho iniziato a leggerlo. Ci ho messo un po' a finirlo, perché l'ho trovato molto ripetitivo. La trama mi aveva catturata, si tratta di un fantasy popolato da vampiri e fantasmi e la storia sembrava intrigante. A onor del vero, lo si può leggere anche non avendo letto i precedenti volumi, può benissimo reggersi in piedi come libro a se stante, a parte alcuni accenni alla storia personale dei protagonisti che però non sono decisivi per la trama.
Ecco la storia: la vampira Cat ha ricevuto un dono dalla regina dei ghoul, grazie al quale riesce a vedere i fantasmi ed è anche amica di uno di loro: Fabian. Uno di questi spiriti, Elizabeth, chiede il suo aiuto per sconfiggere Heinrich Kramer, un pericoloso cacciatore di streghe quando era in vita e, ora che è diventato spirito, durante la notte di Halloween, è capace di materializzarsi e ogni anno cattura delle donne, le tortura, le violenta e le brucia.
Cat, insieme al suo sexy e affascinante marito Bones e ai loro amici, tra cui un simpaticissimo medium, tenteranno di sconfiggere Kramer in tutti i modi. Naturalmente tutto è bene quel che finisce bene.
Come vi dicevo il racconto, dopo i capitoli iniziali, è ripetitivo, troppo. Si susseguono scene statiche in cui i protagonisti si chiudono in casa, bruciano la salvia (che tiene lontani i fantasmi), battibeccano con il cattivo che scaglia loro qualsiasi cosa trovi a portata di mano e costruiscono una trappola. Insomma, noioso. Noioso è anche il ripetere continuamente quanto sia sexy il marito di Cat - abbiamo capito! - e quanto i due siano indissolubilmente legati. L'unica nota fresca e divertente è il loro amico Tyler, il medium gay, simpaticissimo, così come divertenti sono le battute a sfondo sessuale di un altro loro amico vampiro, Ian, che spezzano la monotonia del racconto. Tra l'altro penso ci siano stati problemi con la traduzione, perché alcune frasi sono incomprensibili, a volte dovevo tornare indietro per cercare di capirne il senso. Lo stile dell'autrice è semplice e non coinvolgente. Vi confesso che non vedevo l'ora che il nemico morisse!! 

Bene, ora veniamo alla vincitrice della rubrica "The Most Beautiful Sentence" di Aprile.
Come sempre, avete scelto frasi significative, commoventi e attuali, ma quella che mi ha colpito di più è stata la frase di L'Apprendista, giudicate voi!

"Le donne del nostro popolo si coprono per non esporsi e perdere il bianco segreto della pelle. A me piace invece il segno del sole sul collo dei braccianti, sul dorso delle mani. In queste albe salgo a riceverlo, così il bambino impara la luce, non si spaventerà quando uscirà all’aperto. Gli piace già, sta a pancia in su come i cuccioli. Gli racconto: “Più del giorno ti stupirà la notte. È un grande grembo stracarico di luci. Nelle sere d’estate qualcuna si stacca e viene vicino, fischiando. In mezzo a loro passa una via bianca, un siero di latte, quando lo vedrai vorrai succhiarlo. Pensa che io sono una di quelle luci e intorno a me c’è un ammasso di altre. Così è la notte, una folla di madri illuminate, che si chiamano stelle: di tutte loro, io sono la tua. A guardarle fanno spalancare gli occhi e allargare il respiro. Ma tu non sai ancora cosa è, il respiro. È questo su e giù del petto che ti dondola." Tratta da "In nome della madre" di Erri de Luca.



Baci a tutti!

17 commenti:

  1. Oltre a I fantasmi della notte mi è venuta anche voglia di leggere In nome della madre :-)
    Buona giornata, cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri l'ho ricensito sul mio blog. Piacere se vieni a leggerlo.

      Elimina
    2. Il libro di De Luca sembra molto interessante...

      Elimina
  2. Bellissima frase immensamente poetica e vera! Complimenti all'Apprendista.
    BACIOOOOO smack ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, molto poetica, hai ragione!
      bacissimi

      Elimina
  3. Neanche a me piaciono le saghe. Come dicevo a Presanellarete ho pubblicato la recensione di In nome della madre sul blog. L'hai letto? Te lo consiglio! E grazie d'aver scelto la frase, in nome di Erri ;) Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Letto e commentato cara! Grazie per i consigli e complimenti per la frase! Un bacione

      Elimina
  4. sai cosa, come tutti i generi che fanno soldi anche questo del fantasy prima bisfrattato dalle case editrici adesso è troppo sfruttato e gli autori pur di essere presi in considerazione cadono nella trappola e scrivono libri un po' troppo ripetitivi e con niente di nuovo da dire!
    Complimenti alla vincitrice! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che hai proprio ragione! Pur di fare soldi pubblicano qualsiasi cosa :-/
      Bacioni cara

      Elimina
  5. frase belissima!
    grazie per la recensione:)
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  6. Chiaretta, sei cara, carissima. Grazie.

    RispondiElimina
  7. Bella frasse, Chiaretaa, piaceva molto anche a me.
    Vai tranquilla sul libro delle Simili e vedrai che soddisfazioni!
    Buon we...finalmente è venerdì!!
    baci

    RispondiElimina
  8. Ciao Chiara, se psssi dal mio blogc'è un premio per te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per aver pensato a me! ^_^

      Elimina

Abbuffiamoci di parole!!!