lunedì 6 maggio 2013

The Most Beautiful Sentence

Buongiorno cari amici!
Ma che tempo c’è qui fuori? :-/ Io sono stata immersa nell’estate per quattro giorni, poi torno qui e cosa trovo? Fulmini saette e grandine?? @.@ Non ci voglio credere... ho fatto anche il cambio stagione ieri e stamattina ho dovuto tirare giù gli stivali da pioggia, è incredibile!

Beh, parliamo di cose belle. Alla fine non siamo più andati in Sicilia, troppo lontana con la macchina ed eravamo abbastanza stanchi per affrontare un viaggio del genere, perciò, meteo alla mano, ci siamo diretti in Cilento/Basilicata, meraviglia delle meraviglie! Come base abbiamo scelto Marina di Camerota e da lì abbiamo girato un bel po’: Palinuro, Pioppi, Paestum, Maratea. Quest’ultima è stata una vera scoperta, non la conoscevo e me ne sono innamorata. Purtroppo le foto sono ancora nella macchinetta fotografica, ma presto le posterò. Ero convinta che non avrei fatto il bagno, invece non sono riuscita a resistere, l’acqua blu e trasparente mi chiamava! Era gelida, però, quindi un tuffo e via, ma quanto è stato bello e rigenerante ^_^



E ora veniamo alla rubrica The Most Beautiful Sentence di Aprile.


Avete preparato le frasi? Bene, ecco la mia, tratta da “La cucina dei desideri segreti” di Darien Gee:
Madeline ritorna con una teiera piena. Sono rimaste sole nel locale, e Julia nota che Madeline ha messo alla porta il cartello CHIUSO dopo aver salutato l’ultimo cliente.
Julia non discute, non protesta. Quelle donne non la conoscono, non conoscono Josh, eppure lei sente che capiscono il suo dolore.
E così rimangono sedute lì, in un silenzio imbarazzato ma anche confortevole, prendendosi un po’ di tempo prima di ricominciare a parlare, a voce bassa, di vicende del cuore che non possono essere dimenticate.
Ora tocca a voi, stupitemi! Baci a tutti e buona giornata ♥

16 commenti:

  1. OOOOOH ma che bella mini vacanza avete fatto! Bravi, ogni tanto ci vuole!
    Come ti dicevo su FB questo mese non sono pronta per la rubrica.. nel senso che non ho letto nulla di particolare che mi abbia colpito, quindi ripiego su un libro che amo tantissimo "Piccoli Uomini" della mia adorate Louise M. Alcott

    " Con le ultime parole il circolo si strinse, finchè il buon professore e sua moglie rimasero imprigionati da molte braccia e seminascosti dal mazzo dei giovani volti sorridenti che li circondavano, dimostrando che una pianta aveva messo radici ed era fiorita magnificamente nei giardinetti. Perchè l'amore è un fiore che cresce in qualunque terreno, e opera i suoi dolci miracoli sfidando il gelo autunnale e la neve dell'inverno, fiorendo bello e fragrante tutto l'anno, e rendendo felice chi lo coltiva e chi lo coglie"

    Baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì ci voleva proprio, ci siamo rilassati tanto :-)
      Tranquilla, va bene anche un libro che hai letto tanto tempo fa.. questo della Alcott non l'ho letto, ma lo segno!^_^

      Elimina
  2. Eccomiiii questa è la mia frase per questo mese, è un libro che ho letto in 13 ore e mi ha colpita profondamente:"Per qualche tempo ti sentirai a disagio nel tuo nuovo mondo. Ci si sente sempre disorientati quando
    si viene sbalzati fuori dal proprio angolino rassicurante. Ma spero che tu sia anche un po' elettrizzata. Il tuo viso quando sei tornata dall'immersione mi ha detto tutto: c'è fame in te, Clark. C'è audacia. L'hai soltanto sepolta, come fa gran parte della gente.
    Non ti sto dicendo di buttarti da un grattacielo o di nuotare con le balene o cose di questo genere (anche se in cuor mio mi piacerebbe che lo facessi), ma di sfidare la vita. Metticela tutta. Non adagiarti." Da Io Prima di Te di Jojo Moyes
    P.S. Hai visto che bella la Mia Basilicata ^_^! ♥ smack!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto ho amato questo libro, al momento il migliore letto quest'anno!

      Elimina
    2. Non hai mai letto tanto velocemente in vita tua ahahah :P
      La tua Basilicata è meravigliosa, peccato che in pochi conoscano i tesori che nasconde!
      Questo libro è in lista :-)

      Elimina
  3. bentornata Chiaretta!
    hai scelto dei luoghi bellissimi!!! piena estate e anche un bel tuffo :)
    dalle mie parti, nel fine settimana e anche ora, sembra autunno :(
    "Il vin natural deve essere un vino nudo; è onesto, trasparente e sensibile. Che si tratti di una persona o di un vino, sono qualità da tenere care."
    tratto da Vino (al) naturale di Alice Feiring
    buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Chiara ^_^ Mamma mia lasciamo stare, a Roma è tornato l'inverno buio, uffiiii io voglio il sole >.<
      Grazie per la frase bacioni

      Elimina
  4. Eccomi!! Sono di fretta. Non ho molto tempo di leggervi, né di aggiornare il blog perché sto studiando. Il 10 giugno farò l'esame dell'Università di Roma 3. Comunque non potevo mancare all'appuntamento con la rubrica mensile. Quindi, eccola!

    Quel che di bello c’è nella vita è sempre un segreto… Per me è stato così… Le cose che si sanno sono le cose normali, o le cose brutte, ma poi ci sono i segreti, ed è lì che si va a nascondere la felicità.
    Tratto da "Castelli di rabbia" di Alessandro Baricco.

    Buona settimana, cara. Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima, allora buono studio! Dai che andrà bene! Ma sai che io mi sono laureata proprio a Roma Tre?? ^_^
      Grazie per la frase, ti abbraccio forte

      Elimina
  5. Non avevo capito che stavi programmando una mini-vacanza, direi che hai scelto dei posti stupendi, aspetto le altre foto.
    Ti lascio la frase che ho scelto e che, sicuramente, riconoscerai subito, rispecchia molto il mio stato d'animo attuale e anche il mio timore: spero che tutto quello che sto vivendo ora non sia solo un insieme di "ultime volte"!! :)

    Se c'è una cosa che detesto sono i proverbi.
    Quello che odio più di tutti in particolare è:"C'è sempre una prima volta":
    Sì, è vero, una prima volta c'è sempre, ma di solito non è un granchè:
    Sono molto più importanti le ultime volte.
    In realtà, la vita è solo un'incredibile collezione di "ultime volte".
    L'ultima volta che ti cantano una ninna nanna, l'ultima volta che esci dal cancello della tua scuola, l'ultima volta che baci la persona che ami, l'ultima volta che ti addormenti senza bisogno del Valium.
    Ma non c'è mai nessuno ad avvertirti che quella che stai vivendo è l'ultima volta, anzi, di solito nomn te ne accorgi nemmeno.

    Pazza di me- Federica Bosco

    Al prossimo appuntamente con la tua rubrica ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeee sì cara, una mini-pre-vacanza ^_^ Ne avevamo davvero bisogno, peccato che sia stata troppo mini :P
      In realtà questo libro della Bosco non l'ho letto, l'ultimo mi ha delusa parecchio e dopo la recensione di Marianna non credo che lo leggerò!
      Mi dispiace che stia passando un brutto periodo, davvero, ti sono vicina col pensiero e col pensiero ti abbraccio forte.. vedrai che tutto si sistemerà! un bacio grande grande ♥

      Elimina
    2. Dai, non è poi così brutto, se tutto andrà come deve andare ;)
      Sono a metà, di questo libro, mi diverte anche se è abbastanza leggero, un piacevole diversivo, meglio che vedere le foto del matrimonio della Marini!
      Buon pomeriggio e prima di domenica passerò a salutare anche te...tanto su fb staremo in contatto!

      Elimina
  6. Eccomi in extremis!
    la mia frase è tratta dal primo libro de "Alla ricerca del tempo perduto" di Proust, intitolato "Dalla parte di Swann".
    Non è di certo la frase più famosa del libro, tutti infatti ricordano la meravigliosa descrizione delle madeleine che personalmente ritengo stupenda; ho deciso però di inserire nella rubrica una frase che mi ha colpito perchè mi ricorda tantissimo la primavera:

    "Qua e là, sulla superficie, rosseggiava, come una fragola, un fiore di ninfea dal cuore scarlatto, bianco sugli orli. In lontananza, i fiori erano quasi tutti più pallidi,meno lisci, più granulosi, più increspati, e disposti dal caso in volute così eleganti che pareva di veder galleggiare alla deriva, come per lo sfogliarsi malinconico di una festa galante, delle rose borraccine in ghirlande disciolte."

    Una descrizione bellissima, come solo Proust sa fare! :)
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooo sei in tempissimo! ^_^
      Ho letto questo libro e grazie per aver proposto questa frase tratta da un classico, di solito nessuno le posta :P
      Un saluto

      Elimina
  7. Eccomi finalmente, alla fine di una lunga giornata. Da Ultime lettere di Jacopo Ortis: "Quel che importa, si è, che questa indole mia schietta, ferma, leale, o piuttosto ineducata, caparbia, imprudente, e la religiosa etichetta che veste di una stessa divisa tutti gli esterni costumi di costoro, non si confanno; e davvero io non mi sento in umore di cangiar d'abito."
    Un inno al rimanere coerenti, fedeli a se stessi, a non cambiar bandiera secondo comodità e.. ho faticato a sceglierne una, talmente tante frasi belle ho trovato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wowww un'altra frase tratta da un classico, sono felice, soprattutto perché ho adorato il libro di Foscolo.
      Grazie Elle, è una splendida frase! Le altre conservale per la prossima rubrica ;-)
      un bacione

      Elimina

Abbuffiamoci di parole!!!