lunedì 18 novembre 2013

Cupcake Club

Buongiorno a tutti cari lettori, come state?
Vorrei ringraziarvi per i messaggi che mi avete scritto nel post precedente, siete stati davvero carini! Pensavo di tornare al lavoro oggi e invece eccomi ancora a casa :-( Purtroppo lo stomaco non si è ripreso e mi sveglio ogni mattina con un dolore alla cervicale pazzesco. Infatti dopo questo post corro subito dal dottore, vi farò sapere cosa mi dice! Oggi pomeriggio prometto che passerò a trovarvi!!
Intanto volevo ricordarvi la mia intervista alla radio - sperando di essere abbastanza in forma! - domani alle ore 16.30, collegandovi a questo link http://www.ryar.net/ mi sentirete blaterare per un'oretta! Per chi non potesse ascoltarla e fosse interessato può sintonizzarsi su un link, che poi vi darò, la sera stessa o il giorno dopo.

Oggi torno a parlarvi di libri, anche perché ho un po' di arretrati. Tempo fa ho letto "Cupcake Club" dell'irlandese Roisin Meaney.


La protagonista è Hannah, una ragazza come tante che convive con il fidanzato e ha un sogno nel cassetto che finalmente sta per realizzare: aprire un negozio di deliziosi cupcakes nella cittadina irlandese in cui vive, Clongarvin.
Purtroppo, la sera prima dell'inaugurazione, pronta per andare a festeggiare a cena con amici e parenti, Hannah viene sconvolta dalla rivelazione del fidanzato: la lascia perché ama un'altra.
Quella sera Hannah inventa una scusa per conto del suo ragazzo, ma in seguito la notizia si sparge e le sono tutti vicino. 
All'inizio è davvero dura per lei, anche perché il negozio ci mette un po' per prendere piede ed è ancora sconvolta per quello che è successo. Piano piano però, grazie al suo migliore amico, Adam, ai suoi genitori, a nuovi amori, riuscirà a riprendere in mano la sua vita, ad aprirsi e a sorridere di nuovo.
E' una storia semplice ma vera e sincera. Il negozio, "Cupcake Club", non è tutto rose e fiori, l'autrice ci rende partecipi delle difficoltà della protagonista di avviarlo, la fatica dello stare alzati la notte per cucinare i cupcakes, inventare ricette nuove e stare tutto il giorno in negozio per venderli. 
E' un romanzo comunque scorrevole, piacevole da leggere. Anche i personaggi di contorno sono significativi, hanno una loro vita, una loro storia da raccontare che è anche dura da accettare, come quella dei vicini di casa dei genitori, che viene sconvolta da un incidente terribile; c'è il racconto di vita della sorella di Adam, ormai americanizzata che non si trova più a vivere in un paesino come Clongarvin e seguiamo anche le vicissitudini di Patrick, l'ex fidanzato di Hannah, che si trova a dover vivere una viva con la nuova compagna che in realtà non voleva.
Insomma, veniamo a conoscere diverse realtà e questo rende il romanzo interessante, sfaccettato e per niente banale.
Consigliato!
Ragazzi, vi auguro buon lunedì! Ora scappo dal dottore :'(

"Ma il pensiero della casa buia e vuota che la aspettava, il pensiero di tornare in una casa dove non c’era nessuno, il pensiero di tutte quelle domande senza risposta fu come una pugnalata. Alzò il bicchiere e bevve così velocemente che un po’ di vino rosso traboccò finendo sul suo terribile abito nero. Nessun problema, non aveva intenzione di indossarlo ancora. Lo odiava, e sarebbe stato ricordato come l’abito che indossava quando Patrick aveva rotto con lei. Era l’abito della rottura. Come avrebbe potuto guardarlo ancora senza ricordarsene?"










10 commenti:

  1. Ciao Chiara, mi spiace che tu stia ancora poco bene... Speriamo che il dottore ti dia qualcosa che ti permetta di tornare presto in forma! Questo libro è molto bello, l'ho letto tempo fa e mi è davvero piaciuto! Forza, guarisci in fretta, un abbraccio grande! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ila!
      Sto prendendo gli antibiotici :-/ ma piano piano mi sto riprendendo!
      Mi ricordo che l'avevi letto, è carino sì!
      Grazie mille cara, ti abbraccio anch'io :D

      Elimina
  2. che noia questi pessimi mali che ci si porta dietro a lungo...
    questo libro non l'avevo mai neppure sentito... dev'essere bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uff veramente :-( piano piano passerà...
      E' un libro piacevole e scorrevole, consigliato per passare qualche ora rilassante!

      Elimina
  3. Coraggio che domani starai meglio.
    Il libro l'ho letto la scorsa estate e mi è piaciuto moltissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Viola ^_^
      L'hai letto anche tu? E' molto carino sì :-)

      Elimina
  4. Lo ricordo, l'ho recensito anche io, carino anche se non più di tanto,comunque piacevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sì, non è un libro bellissimo, ma l'ho trovato carino, scorrevole e piacevole da leggere :-) baci cara

      Elimina
  5. la cervicale la odio ne soffro anche io...in bocca al lupo!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :'( mamma mia cara Alice, è la vecchiaia aahahh ;-)
      bacioni e crepiiii

      Elimina

Abbuffiamoci di parole!!!