martedì 26 novembre 2013

Io prima di te... una bella poesia

Cari i miei lettori, buongiorno, come state?

Sì sì, lo so che fa freddo, l'importante per quanto mi riguarda è che non piova! La pioggia non mi piace, a meno che non sia sabato o domenica, quando cioè posso trascorrere il pomeriggio sotto il piumone con una bella tisana e un buon libro ^_^
A proposito di questo, la settimana scorsa - nel programma radio - ho anticipato la trama di un libro che avevo finito di leggere proprio il giorno prima e che ho promesso di recensire presto. Si tratta di "Io prima di te", di Jojo Moyes.
Premetto che questo romanzo mi era stato consigliato dalla mia amica Monica, che me lo aveva caldamente raccomandato. Ancora ricordo che le dissi che l'avrei messo in lista, ma non sapevo quando l'avrei letto perché la trama mi sembrava drammatica e pesante e in quel periodo non ero molto in vena di letture del genere. Però la copertina mi aveva talmente colpito che finché non l'ho acquistato non riuscivo a togliermelo dalla testa! Non so chi abbia scelto la cover, ma ha fatto un ottimo lavoro. E' una copertina che cattura, è significativa e riassume in maniera poetica la trama del romanzo.


Ve lo racconto: la ventiseienne Louisa Clark ha appena perso il lavoro come cameriera in un locale della cittadina in cui vive, una località turistica vicino Londra, che offre come unica attrattiva un antico castello. Dopo diversi colloqui e prove di lavoro insostenibili per lei, decide di dare una possibilità a se stessa come assistente domiciliare. Sostiene un colloquio severo con la signora Traynor che decide di andare al di là dell'apparenza un po' stramba di Louisa e assumerla per assistere il figlio Will, un ragazzo di trentacinque anni pieno di vita, che dopo un terribile incidente è finito su una sedia a rotelle, senza possibilità di guarigione.
Non voglio dilungarmi nella trama, in ogni caso i due ragazzi all'inizio non riescono a trovare punti di incontro, perché Will è scorbutico, presuntuoso e arrogante, mentre Louisa è una ragazza solare, allegra e chiacchierona. Alla fine riesce a trovare una breccia nel cuore indurito di Will e i due iniziano a punzecchiarsi a vicenda e a stimolarsi. Will ritrova il sorriso e la voglia di uscire, ma qualcosa frena l'entusiasmo della ragazza: viene a sapere, involontariamente, che Will ha dato ai genitori 6 mesi di tempo per stare con lui prima di andare in una clinica svizzera a porre fine alla sua vita.
Un colpo terribile per la ragazza e anche per il lettore, che riponeva una speranza in questa giovane così diversa dalle precedenti assistenti. Tiene per sé questo pesante fardello, ne parla soltanto con la sorella che la sostiene e la incoraggia ad avere ancora speranza.

I personaggi che ruotano intorno ai due protagonisti hanno un carattere ben definito: il fidanzato di Louisa sembra interessato soltanto al suo lavoro di personal trainer e si allena fino allo sfinimento per affrontare una gara importantissima; i genitori di Louisa vivono il disagio di una condizione di lavoro precaria, sembra che stravedono per la sorella più intelligente e sveglia di lei, che però si è fatta mettere incinta da un tizio che l'ha abbandonata e, a tutti gli effetti, dopo che il padre viene licenziato, vivono sulle spalle di Louisa, grazie al suo lavoro ben retribuito; i genitori di Will vivono separati in casa, sono in difficoltà perché non sanno come prendere il figlio, non riescono a trovare il bottone giusto da premere e nasce così anche un po' di gelosia da parte della madre nei confronti di Louisa, nonostante si renda conto che lei è l'unica speranza per ridare la voglia di vivere a Will.
Il romanzo è scritto divinamente, è scorrevole e ci fa conoscere non soltanto il punto di vista della protagonista, ma anche degli altri personaggi, veniamo così a conoscere intimamente come vivono la situazione che li tiene tutti col fiato sospeso.
E' anche e soprattutto una storia d'amore, perché Will e Louisa si innamorano, profondamente e perdutamente. Mi ricordo di aver letto una recensione sul NY Times in cui i due protagonisti venivano paragonati a Jane Eyre e Mr. Rochester, appena l'ho letto mi son detta: ma come ho fatto a non pensarci subito? E' così evidente! Le battute ironiche che si scambiano, i continui stimoli che Will, più colto di Louisa, offre a questa ragazza forte e coraggiosa, due aspetti positivi che non sa di possedere. Il burbero Will si scioglie davanti alla schiettezza e irriverenza della ragazza e diventa persino dolce. I due crescono insieme, sorridono insieme e soffrono insieme.
Leggendo questa meravigliosa storia d'amore ho riso, credetemi, ho riso tanto, ma ho anche versato tante lacrime. La storia è forte e devo confessarvi che a un certo punto, a un centinaio di pagine dalla fine, ho dovuto interrompere la lettura, mi sono dovuta riposare, lasciarlo un po' da parte, far sedimentare i sentimenti contrastanti che provavo dentro il mio cuore, perché non volevo andare avanti, non volevo conoscere la fine, ma allo stesso tempo fremevo perché volevo continuare e quando l'ho finito avrei voluto ricominciare daccapo.
Era da tanto che non leggevo una storia così intensa e bella, bella nel senso più puro del termine.
Lo consiglio vivamente a tutti!



"Lo baciai cercando di portarlo indietro. Lo baciai e tenni le labbra contro le sue finché i nostri respiri si mescolarono e le lacrime che sgorgavano dai miei occhi diventarono sale sulla sua pelle, e mi dissi che, da qualche parte, minuscole particelle del suo corpo sarebbero diventate minuscole particelle del mio, assorbite, inghiottite, vive, eterne. Volevo imprimere anche il più piccolo pezzettino di me contro di lui. Volevo lasciare qualcosa di mio dentro di lui. Volevo dargli ogni briciolo di vitalità che sentivo e costringerlo a vivere. Mi resi conto che avevo paura a vivere senza di lui."


Questo è il sito dell'autrice: http://www.jojomoyes.com/







22 commenti:

  1. è nella mia wishlist da quando è uscito, ho letto pareri molto positivi... non mi resta che regalarmelo a Natale ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Sì, anch'io avevo letto tante recensioni positive perciò mi sono buttata in questa splendida lettura! E mi sembra anche un ottimo regalo di Natale per... te stesso ;-)

      Elimina
  2. Adesso lo ordino!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo!! Come ti chiami? :-)

      Elimina
    2. Comprato e letto. Senza parole, stupendo. Ti ringrazio per averne parlato! Laura

      Elimina
    3. Ciao Laura!
      Sono felice che ti sia piaciuto, a me è entrato nel cuore ^_^

      Elimina
  3. L'ho letto molto tempo fa e in pochissimi giorni, l'ho trovato meraviglioso*_*!
    Baciii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come non essere d'accordo con te ♥

      Elimina
  4. Sembra davvero un ottimo libro, lo aggiungerò nella lista dei regali di Natale! Baci baci :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Ila, è un libro che ti entra nel cuore e secondo me anche un bellissimo regalo di Natale :-)

      Elimina
  5. Ciao!Davvero carino questo libro!Nuova iscritta!Se ti va passa a dare un'occhiata anche al mio blog!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania, benvenuta nel mio blog e grazie per esserti scritta! Sono già passata a trovarti :D

      Elimina
  6. Ciao Chiaretta! Mia mamma l'ha letto - e me l'ha gentilmente spoilerato tutto - e ha pianto per giorni. Dev'essere bello, sì :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Noooo ma ti ha raccontato la fine?? ahahah però potresti leggerlo lo stesso, è comunque una bella lettura! Ci credo che ha pianto :'(
      ciaooo

      Elimina
  7. Uau! Era davvero da tanto che non parlavi così di un libro! Che bello.
    Però forse ti devo sgridare ;) ..c'è per caso un traduttore che dobbiamo ringraziare? o l'hai letto in lingua originale o è scritto in italiano? o l'hai scritto e non l'ho letto?
    Per il resto.. una storia d'amore.. ma.. bah.. forse lo vorrei legger anche io..
    Ciaoo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Non mi ricordo nemmeno più l'ultima volta che un libro mi ha entusiasmato così tanto :')
      Oddio perché mi sgridi?? ahahah nooo l'ho letto in italiano e sì è stato tradotto molto bene da Maria Carla Dallavalle, perciò ringraziamola di cuore ^_^
      Daiii non è niente di sdolcinato o zuccheroso credimi ;-) bacioni

      Elimina
  8. E stavolta me lo vado a comprare davvero, avevo notato la copertina e mi era piaciuta molto, ma sono in fase di austeriti sui libri e acquisto solo se fortemente motivata...mi hai motivato al massimo!

    Ho terminato di leggere il libro di D'Avenia Cose che nessuno sa, mi ha creato più o meno le stesse sensazioni che questo romanzo ha procurato a te, ho pianto, ho dovuto lasciarlo per un attimo, l'ho meditatoe vorrei leggerlo di nuovo.

    Ho deciso che mi regalerò questo libro e lo farò leggere anche alla figliola, sono sicura che le piacerà.

    Un abbraccio nevoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Loriii
      La copertina aveva colpito subito anche me... è impossibile resisterle così come sono sicura che non resisterai a questa meravigliosa storia. Su su un regalo anticipato di Natale ci sta tutto :P basta che poi il maritino non dà la colpa a me ^_^ Dopo che lo avrai letto, anzi, che lo avrete letto entrambe, fatemi sapere cosa ne pensate, intanto io mi informo sul libro che hai citato tu, sono curiosa!

      Un abbraccio... caloroso a te ♥

      Elimina
    2. PS: a questo punto devi fare un investimento... devi comprare un ebook reader, gli ebook - ahimè - costano di meno ;-)

      Elimina
  9. Deve essere moltobello, grazie del consiglio!

    RispondiElimina

Abbuffiamoci di parole!!!