giovedì 15 maggio 2014

Buon lavoro!

Buondì carissimi, come state? 
Ieri sera con mio marito siamo andati al Foro Italico ad assistere a una partita degli Internazionali di Tennis :D Ragazzi che emozione!! E pensate un po'? Neanche a farlo apposta abbiamo beccato una gran bella partita, anche perché quando prenoti non sai chi andrai a vedere giocare.. fortuna delle fortune abbiamo visto giocare il numero 1 del mondo, quel fisicato di Rafael Nadal!!! Lo riconoscete? :P Ha giocato contro il 30esimo, il francese Simon, è stata una partita emozionante e sudata fino alla fine. Dopo giocavano le donne, ma purtroppo faceva molto freddo, tirava vento e tanta gente se n'è andata, compresi noi.. peccato! In realtà si era fatto anche tardi, la partita maschile è durata più di 3 ore!!! Bello bello bello ^_^






Dopo questa parentesi sportiva, veniamo al libro di oggi, un'antologia quasi tutta al femminile (tra gli autori anche un uomo, Sergio Grea), presentata dalla casa editrice digitale Emma Books il 1° maggio, in occasione della festa dei lavoratori, infatti è intitolata Buon Lavoro!.



Si tratta di una raccolta di racconti dedicati alle donne lavoratrici, tutte storie a lieto fine.
Le autrici (autori) di Emma si sono messe in gioco per omaggiare le donne: si inizia con il racconto di una giovane guardia carceraria, una ragazza dolce e determinata che ama il suo lavoro, proseguendo con la governante peruviana, la manager, la disoccupata, abbiamo anche una freelance, un'impiegata, una suffraggetta, la donna in carriera, l'architetto, i bambini che scrivono un tema sulle loro mamme, la centralinista. Insomma, in questa antologia troviamo una varietà di lavori e/o situazioni che abbracciano diversi campi.




Il primo racconto mi ha commossa, così come i temi dei bambini, altri sono più divertenti, come la suffraggetta, una donna che vuole lavorare invece di sposarsi! Altri ancora sono dolcissimi, come l'architetto protetta dall'angelo custode.
Tutte storie accomunate dal lieto fine, ogni racconto lascia un segno, infonde la speranza, la speranza che tutto andrà bene, perché le donne sono forti, sono il perno attorno cui ruota tutto.
L'unica nota stonata sono diverse sviste ortografiche che puntellano i racconti, forse si voleva concludere in fretta per pubblicare l'antologia per il primo maggio, chissà, so solo che le Emme stanno facendo un ottimo lavoro e continueranno così, hanno tante nuove idee esplosive e le porteranno avanti con determinazione.

Una frase su tutte mi ha colpito, forse perché mi riguarda personalmente, così come riguarda tanti altri che fanno un lavoro che non amano o semplicemente che non rispetta i loro desideri:
"Sara sorrise mentre Rachele si lamentava delle condizioni in cui a volte si trovavano a lavorare. Lei si sentiva invece una privilegiata: faceva un lavoro che la appassionava, e quello, al giorno d'oggi, non era un lusso che tutti potevano permettersi."

Ringrazio tutti gli autori: Casella, Crosio, Cutrera, Di Raimondo, Flumeri&Giacometti, Gallo, Gianinetto, Giorgi, Grea, Randazzo, Roberti e Dardi e ringrazio Claudia per avermi regalato questo libro!

Evviva le donne!!! ^_^ Buon weekend a tutti!


12 commenti:

  1. Interessante raccolta! Anche a me ha colpito molto la frase, fa riflettere perché la maggior parte delle persone pensano che al giorno d'oggi in questa Italia sia già sia un privilegio avere un lavoro...sarebbe meraviglioso se fosse anche quello dei sogni. Anch'io svolgo un lavoro che non rientra nei miei desideri ed è davvero molto difficile amarlo come la passione che ho per il disegno e i colori. Bisogna lavorare sodo per raggiungere e toccare i sogni.
    Un bacio grande<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara!
      Anche tu sei nella mia stessa situazione? Per fortuna sono ottimista e non perdo mai la speranza!!
      Auguro anche te di poter un giorno toccare i tuoi sogni ^_^
      Un bacione e buon weekend ♥

      Elimina
  2. Anche io non svolgo i l lavoro dei miei sogni, e soprattutto in questo periodo mi sento molto demotivata, ma tutti intorno a me mi dicono ...sei fortunata hai un lavoro! ragazze è vero siamo fortunate ad averlo conosco tanta gente che in questi ultimi due ani è stat alinzceziata, ma è altrettanto vero che non mi sogna mai smettere di sognare...ottimismo sempre!
    baci e buon we
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te cara Alice ^_^
      Un bacione

      Elimina
  3. Arrivo da una settimana in cui ho sentito parlare solo di precarietà.. non ne parliamo.. Torno quando recensirai un libro che parla d'amore.. ahahahaha
    Ciao Chiaretta! Buon lunedì (ci sta quest'augurio, no?), io sono tornata! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohiiii bentornata, a Berlino (immagino!)?
      Non ti sei rilassata molto con questi discorsi.. 'nnaggia :-/
      Ahahah tranquilla, torneremo a parlare di altri argomenti, ma ti assicuro che questi racconti sono tutti a lieto fine ^_^
      mmm buon lunedì?!! eeehm oookay grassie cara, anche a te!!! :*

      Elimina
  4. mi ritengo anch'io fortunata, faccio il lavoro che sognavo anche se, purtroppo, non mi appassiona più come un tempo... sarà la stanchezza di fine anno, spero di ritornare più carica a settembre!!!
    bacioni!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lauretta!
      Vedrai che è solo un po' di stanchezza, ti devi ricaricare ;-)
      Un abbraccio

      Elimina
  5. Ciaoooo Chiaretta, mi piacciono le tue recensioni, hai un bel modo di esporle. Ti mando un abbraccio e quando avrai voglia e tempo, ti accoglierò sempre con piacere nel mio modesto "salotto". Bruna..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Bruna, grazie infinite, sono contenta che le mie recensioni ti piacciano :-)
      Verrò a trovarti presto e grazie per l'"invito"! ^_^
      Un abbraccio

      Elimina
  6. Risposte
    1. Ciao Laura, grazie infinite, più tardi passo a "trovarti" :-) un bacione

      Elimina

Abbuffiamoci di parole!!!