martedì 10 giugno 2014

Credete al colpo di fulmine?

Miei cari lettori buongiorno, come state?
Sono un po' latitante ultimamente, chiedo perdono, qualche problemino familiare mi tiene lontana dal blog, ma niente di grave, non preoccupatevi!
Prima di raccontarvi di un nuovo romanzo, volevo informarvi che oggi andrà in onda la replica della puntata de La Giovane Italia in cui ero stata ospite il 19 novembre. Se vi va, potete ascoltarla o riascoltarla oggi alle 16.30, sintonizzandovi su Ryar Web Radio ^_^
Su facebook e nel post precedente avevo lasciato qualche avviso del prossimo libro sulla lista. Si tratta di un ebook edito da Emma Books, casa editrice femminile digitale di cui vi ho parlato molte volte e che si sta facendo strada - meritatamente - nel mondo editoriale.
Tralasciando l'annosa e infinita questione ebook vs cartaceo, vi dirò che io mi trovo bene con il digitale, sono abbastanza tecnologica, ho il mio bel tablet che mi porto dietro e su cui posso caricare tanti libri e pagarli, parliamoci chiaro, meno dei libri cartacei. Spazio nella libreria di casa mia (e dei miei!) non ce n'è più, oddio, ogni tanto uno spazietto riesco pure a trovarlo, ma: viva gli ebook, viva le donne e viva i libri!!!!!

Oggi vi propongo un bel romanzo rosa, firmato da Viviana Giorgi, Bang Bang. Tutta colpa di un gatto rosso.


Una sera il gatto di Nora decide di scappare di casa, si precipita fuori con il pesce in una mano, l'impermeabile alla Colombo e chi incontra? L'uomo dei suoi sogni, Nick, il suo nuovo vicino di casa, bello, affascinante, con una figlia adorabile di nome Viola.
Il giorno dopo, le amiche di Nora che abitano nelle vicinanze, sanno già del nuovo arrivato e iniziano a indagare su di lui (informazione importante: divorziato).
Nick e Nora sono attratti l'uno dall'altra, c'è passione, il colpo di fulmine per loro c'è stato davvero, ma un ritorno inaspettato fa vacillare Nora, il suo ex prof. di inglese, Tommaso - che ai tempi dell'università l'aveva sedotta e abbandonata - si fa vivo, la tormenta, la vuole di nuovo tutta per sé, lei gli dà corda, ma vuole soltanto vendicarsi e poi ora c'è Nick. Gelosie, litigi, riappacificazioni fino ad arrivare al lieto fine.
La storia è arricchita da estratti di romance tradotti dalla protagonista, Nora. Estratti piccanti, che animano le serate delle femmine folli: tutte le amiche (e amici, l'unico maschio autorizzato a partecipare è Fabio), si riuniscono ogni tanto per vedere un film romantico, mangiare schifezze e ascoltare le scene di sesso tradotte da Nora.

                          

I personaggi di contorno sono ben definiti, la mamma di Nick, appena entra in scena, terrorizza Nora e il lettore, per poi scoprire che è una donna vulnerabile, intenzionata a riunire la famiglia (la nonna di Nick è un personaggio indimenticabile!). 
C'è la tata Carla che si prende cura di Viola, una signora forte e in gamba che capisce subito che c'è qualcosa di speciale tra Nick e Nora.
Le amiche della protagonista sono diversissime le une dalle altre, c'è la "ninfomane", la timidona, quella sposata e Fabio, un ragazzo tranquillo e serio.
Nick è un uomo affascinante, sexy, bello, ma anche tenero con la figlia, dolce e passionale.
La scrittura di Viviana è scorrevole, piacevole, frizzante, ironica, a tratti anche commovente. La storia mi è piaciuta molto, le scene romantiche sono intense, così come le scene di sesso, a partire dai baci, raccontati con dovizia di particolari e che fanno venire i brividi (di piacere of course!).
All'inizio l'ironia della protagonista mi è sembrata eccessiva, esagerata, ma poi mi sono lasciata andare e le risate sono venute spontanee. 
Le uniche pecche forse sono alcuni refusi (confusione con i nomi ad esempio), i commenti buttati qua e là sul fatto che sembra che tutti disprezzino o comunque non considerino un genere degno di nota il romance (si capisce che l'autrice vuole difendere a tutti i costi il suo genere), e anche - ma questa è una cosa che dipende dal mio gusto personale - il fatto di rivolgersi direttamente al lettore, espediente narrativo che non amo particolarmente. Io voglio immergermi nella storia, non voglio essere riportata alla realtà sentendomi chiamata in causa dall'autore.
E' una storia comunque molto piacevole da leggere, in alcuni punti mi sono anche commossa e sì, lo confesso, avrei voluto essere al posto di Nora (ma non ditelo a mio marito :P).
Qui trovate le info sul libro e questo è il sito di Viviana Giorgi.

Auguro a tutti buona giornata baciiii ^_^

4 commenti:

  1. io continuo a comprare libri di carta e scaffali Ikea dove metterli...
    prima o poi passerò al digitale anche perché i libri costano sempre di più!
    Un abbraccio, Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, come stai?
      ahahah brava, fai bene, se hai spazio dove mettere scaffali perché no? ^_^
      Hai ragione, purtroppo i libri cartacei costano troppo, 20€ iniziano a diventare eccessivi!!
      Un bacione

      Elimina
  2. Chiara!! Come, al posto di Nora?? Adesso mi viene da chiederti dove sei stata tutto questo tempo ;)
    Davvero hai il tablet? Non l'avrei mai detto.. e poi perché no? A me dà fastidio agli occhi leggere a lungo su schermo, anche se i tablet hanno il fumè, e poi.. vabbe', io ho ancora tanto spazio :D
    Però il romance difeso nel romance è brutto!!! Hai ragione, bisogna lasciarsi andare alla lettura, io ad esempio, oggi che pioveva, non ho fatto altro ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeeeehm lo sapevo, non dovevo scriverlo 3:) ihihih
      Sììì ho un tablet, perché, non mi ci vedevi? Sono super tecnologica sai? Leggere al computer dà fastidio anche a me dopo un po', ma il tablet non mi dà problemi (e non ho nemmeno un dispositivo ereader apposito)!
      Fortunata te che hai spazio :-)
      Leggi cara leggi e poi consigliami!
      Un abbraccio

      Elimina

Abbuffiamoci di parole!!!