martedì 8 luglio 2014

Un amore di fine secolo

Carissimi lettori, come state?
Qualcuno di voi è già in ferie? L'estate sembra finalmente arrivata, anche se, a quanto sembra, la pioggia è destinata a non fermarsi mai, nemmeno a luglio :-( vi ricordate la famosa frase de "Il corvo" non può piovere per sempre? Ebbene, a Roma sembra proprio che possa >.< Pazientiamo, l'importante è che il weekend sia soleggiato!
Oddio, sembra un bollettino meteo ahahah scusate, veniamo alle cose "serie".
Parliamo dell'ultimo romanzo rosa di Viviana Giorgi, scrittrice di Emma Books, autrice di Un amore di fine secolo.


Ammetto di non essere un'esperta di romanzi rosa, ma ne ho letti alcuni, e mi sembra che qui non manchi nessun ingrediente per confezionare una storia romantica con personaggi affascinanti, anche se la protagonista non è una fanciulla indifesa da salvare, anzi!
Siamo alla fine del XIX secolo, Camille sbarca a New York per sfuggire a una vita a Liverpool che non le piaceva e per sposare un americano che però, al suo arrivo, non si fa trovare. Dopo l'iniziale sconforto, Camille trova immediatamente una soluzione: viene ospitata da una coppia di conoscenti benestanti che la trattano come una figlia.
Fortunata come poche, viene assunta nella redazione del Daily per rispondere alle lettere delle lettrici, unica donna (oltre la segretaria di redazione) a lavorare al giornale.
Si fa immediatamente rispettare e ben presto si afferma come giornalista.
E' una bellissima donna, non le mancano i corteggiatori: Ken Benton, importante, ricco ma impacciato banchiere e Frank Raleigh, affascinante e imprevedibile proprietario del Daily.
Camille è irrimediabilmente attratta da Raleigh, ma la loro è una storia tormentata; Benton è una certezza, l'uomo ideale da sposare, ma chi o cosa vincerà? La mente o il cuore?

Dopo aver scritto romanzi rosa contemporanei, Viviana si è dedicata anima e corpo alla stesura di un romanzo storico e devo dire che ha fatto un ottimo lavoro. Dietro la sua opera c'è un attento studio e si vede: una New York dinamica, proiettata verso il futuro; il fermento per l'arrivo del Nuovo Secolo; le proteste femminili; la vita delle famiglie ricche di New York, scenari in cui si muovono gli impeccabili personaggi del libro.


Camille è una donna forte, intelligente, caparbia e indipendente, una donna da invidiare, in grado di tenere testa a un'intera redazione composta di soli uomini e soprattutto capace di fronteggiare il temibile, ma intrigante Raleigh.
Come dicevo prima, la loro storia è tormentata, è una lotta fin dall'inizio, una lotta tra la ragione e il cuore; dubbi, incertezze si fanno strada in entrambi, ma alla fine la forza dei loro sentimenti prevarrà.
Ormai lo sapete, adoro i romanzi storici, se poi abbiamo anche come ingrediente la redazione di un giornale vado in visibilio! Viviana si conferma un'ottima scrittrice, il suo stile fresco, frizzante, vibrante di emozioni è un toccasana per chi ha bisogno di rilassarsi e immergersi in un mondo pieno di vita. L'autrice è in grado di coinvolgere il lettore in maniera totale, di suscitare emozioni contrastanti, rendendolo partecipe dei successi e dei fallimenti dei personaggi.
E' bravissima a entrare nella psicologia dei personaggi che escono fuori dalla sua penna, le descrizioni delle ambientazioni sembrano uscire fuori dal libro per quanto sono vivide e dettagliate.
L'unico appunto che mi sento di fare è che forse avrei accorciato un po' la storia, a tratti si fa ripetitiva e lenta, ma nel complesso resta comunque scorrevole e piacevole.
Un romanzo straconsigliato e sì, è un ebook, ma non lasciatevi spaventare dalla tecnologia (tra l'altro la copertina è adorabile)!!!

"Un sorriso magnifico e pericoloso divampò sul viso di quello sfacciato, e il cuore di Camille mancò un battito. No, due. Un uomo non aveva il diritto di essere tanto attraente, che fosse un principe reale o un semplice... servitore, non facchino. [...] L'impudente si portò persino la punta delle dita alle labbra e, con un altro sorriso irresistibile, le mandò un bacio. Oh! Se quella era l'America, sarebbe tornata a casa subito. O no?"

6 commenti:

  1. Chiaretta qui in montagna fa un freddo becco e piove quasi ogni giorno.... Mi consolo con i libri!
    Questo è proprio nelle mie corde, adoro le donne intraprendenti, adoro le storie d'amore e adoro l'ambientazione di fine secolo! Segnato!Grazie cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely!
      Oddio è praticamente inverno!! Anche a Roma oggi fa freddo e c'è un ventaccio fastidioso :-/
      Anch'io amo i romanzi storici, siamo proprio in sintonia ;-)

      Un bacione e grazie per esser passata di qui ^_^

      Elimina
  2. Dopo aver letto la tua recensione, ho consigliato questo libro alla mia amica con cui mi trobo a Verona. So che le piaciono questi libri ambientati nel dicianovesimo secolo. Probabilmente domani andremo alla Feltrinelli e lo comprerà. Poi anch'io lo leggerò ;) Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima!
      Mi fa piacere che hai trovato uno spunto per dare un consiglio alla tua amica, però alla Feltrinelli non troverai questo romanzo, perché è un ebook, potete acquistarlo online ;-)
      Splendida Verona, goditela!!!
      Un abbraccio ♥

      Elimina
    2. Ho visto la tua risposta troppo tardi ;) Infatti ci hanno detto che è un ebook. E la mia amica che da tempo dice di voler acquistare un ebook mi ha detto che questo è un segno :)
      Sì, Verona è fantastica... Come tutta l'Italia!! Un bacione.

      Elimina
    3. Mannaggia, mi dispiace!
      Beh, vorrà dire che la tua amica potrà iniziare con questo ebook, ottima scelta!
      Un bacione cara, divertiti :-)

      Elimina

Abbuffiamoci di parole!!!