venerdì 12 dicembre 2014

E fu così che anch'io mi innamorai di Borgo Propizio

Buongiorno a tutti carissimi lettori :-)
Dal titolo del post avrete già capito di quale libro parlerò oggi :D Ebbene sì, dopo aver letto recensioni entusiastiche non potevo perdermi il romanzo d'esordio di Loredana Limone, che già il cognome è tutto un programma!

Borgo Propizio, un nome che ispira ottimismo, serenità, speranza, che promette felicità; una copertina quasi fiabesca, colorata e allegra. Le premesse per una lettura godibile ci sono tutte! E così è stato, per me.
 

 

La trama in breve. Belinda sta per realizzare il suo grande sogno, aprire una latteria, e dove se non in un paesino sperduto su una collina? Un borgo quasi abbandonato, infestato da un fantasma, almeno così si racconta, ma per Belinda è un posto meraviglioso, il luogo giusto per avviare la sua attività. La sua storia si intreccia con quella di tanti altri personaggi, Mariolina che trova l'amore a quarantesette anni, ci sono i genitori di Belinda, Claudia e Cesare e poi Ruggero, il fidanzato di Mariolina che segue il lavoro della latteria e tanti altri.


La storia degli abitanti di Borgo Propizio è una storia semplice, di persone normali che hanno i loro sogni, le loro ambizioni, le loro paure, una storia che può essere quella di tutti noi; è facile immedesimarsi in uno o più personaggi, tratteggiati alla perfezione, sia quelli principali che quelli secondari. Ho adorato Belinda, il suo entusiasmo, la sua energia, il suo ottimismo che l'hanno ripagata con il grande successo della latteria, nonostante le malelingue (immancabili in un paesino come Borgo Propizio).
I protagonisti sono tanti, è un racconto corale di amicizia, amore, gioie e dolori condivisi. Il narratore onnisciente ci rende partecipi di una fiaba moderna e quotidiana, è Borgo Propizio che ci parla dei suoi meravigliosi e unici abitanti, un borgo che rinasce piano piano grazie a loro.
Fortissima Zia Letizia, un personaggio dirompente, un po' filosofa, innamorata del mitico G.M., il Gran Musicante, che voleva appioppare a tuti i costi alla nipote Claudia, la quale invece ha scelto il più umile Cesare, avvocato di paese.
Mi sono innamorata di Borgo Propizio, chi non cadrebbe nel suo fascino decadente, un po' démodé, infestato per di più da un fantasma, un borgo dove tutti conoscono tutti e tutto, dove l'amicizia, quella vera, nasce spontanea, semplicemente, dove ci si sostiene a vicenda e sì, dove l'amore trionfa.

L'ho divorato in due-tre giorni, ve lo consiglio caldamente, per sorridere, ridere e gioire delle piccole cose della vita!
Brava Loredana, un esordio frizzante, divertente, ironico e sorprendente. Dopo la casa editrice Guanda, Salani si è aggiudicata il seguito, sicuramente imperdibile, intitolato E le stelle non stanno a guardare, già nelle mie mani, grazie all'Ufficio Stampa del fan club di Borgo Propizio.
Chi non vorrebbe abitarci? Io mi prenoto ^_^


"L'aria che si respirava nei dintorni e nel borgo sapeva di antico, di storie di dame e cavalieri, di biancheria inamidata, di pani fragranti fatti in casa; forse anche di figure muliebri vestite di nero che camminavano con grosse giare sulla testa. Corpi senza età su sentieri ciottolosi ed eterni."

BORGO PROPIZIO
Autore: Loredana Limone
Pagg. 288
€ 16.50
Narrativa
Collana: Narratori della Fenice
In libreria dal: 10 Maggio 2012

Prima di lasciarvi vorrei ricordarvi di partecipare al contest natalizio, in palio per voi un libro a scelta tra tre e la domanda è semplicissima :P

Domenica 14 dicembre alle ore 18, presso la sede di Ryar Web Radio in Viale di Trastevere 112 (Roma), Andrea del programma La Giovane Italia e me medesima presentiamo il romanzo d'esordio di Valentina Cebeni, L'ultimo battito del cuore.

Per maggiori informazioni consultate la mia pagina eventi.

Ora posso lasciarvi e augurarvi uno scoppiettante weekend ^_^



10 commenti:

  1. E' piaciuto moltissimo anche a me! Mi sono divertita e mi ha fatto sorridere :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? E' proprio una storia simpatica e divertente :-)

      Elimina
  2. Ciao Chiara, sembra molto carino questo libro.. e mi incuriosisce la storia di questo fantasma ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :-)
      Ti assicuro che è un romanzo scorrevole e piacevole... il fantasma aleggia sul Borgo U__U ;-)

      Elimina
  3. In effetti anche io amo molto questo tipo di ambinetazioni! ma è in libreria?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :-)
      Sì, dovresti trovarlo in libreria! Stamattina ho iniziato il seguito ^_^

      Elimina
  4. Che librino curioso. Me lo segno, anche se forse per un po' non riuscirò a cercarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto puoi metterlo in lista, te lo consiglio perché è una lettura piacevole, ti piacerà :-)

      Elimina
  5. I like the books and I will be happy to read this. :)

    http://my-adventures-in-bookland.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hi Natalia :-)
      I'm happy that you love this book!

      Elimina

Abbuffiamoci di parole!!!