Angolo Bimbi


Io credo che le fiabe, quelle vecchie e quelle nuove, possano contribuire a educare la mente. La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi: essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo.             
(da "La freccia azzurra" di Gianni Rodari)


Questo angolino è dedicato ai più piccini! Troverete consigli per i vostri figli e nipoti dai più piccoli ai più grandicelli!



• "Cosa stai guardando?" di Marica Bersan con illustrazioni di Claudio Cerri. Fa parte della collana Nidi ed è indicato per bambini dai 2 ai 6 anni.



Di cosa parla?
Sta accadendo qualcosa di straordinario in città. Tutti i bimbi nel parco stanno con il naso all'insù, ma come mai? Un libricino tutto da gustare, con illustrazioni coloratissime che lasciano incantati, a bocca aperta, proprio come i bimbi della città che guardano... un meraviglioso arcobaleno! Alla fine del libro trovate anche delle attività da proporre ai vostri figli sui colori e sull'arcobaleno. E non può essere un libro dedicato anche a noi adulti che non ci stupiamo ormai più di niente? :-)
Info:
formato 16x16
48 pagine
€ 8,50

• Ora invece parliamo di quest'altra interessante proposta della casa editrice, dedicata ai bambini a partire dai 4 anni: "Il mio nome è No!", che fa parte della nuova collana I Tradotti.

L'autrice, Marta Altés, ha lavorato a Barcellona come graphic designer, decidendo poi di dedicarsi all'illustrazione (trovate alcune sue opere qui). "Il mio nome è No!" è il suo libro d'esordio. Protagonista è un bel cagnolone di nome... No, o almeno così crede lui. E' un cane affettuoso, giocherellone e... un po' monello, combina un disastro dopo l'altro, infatti i padroni lo sgridano in continuazione e lui non riesce a capire perché, se si chiama No, sul collare ci sia scritto... Spike @.@ 
Libro divertentissimo, con un finale intelligente, dedicato ai bambini che dicono sempre no e fanno impazzire i poveri genitori!! 
Info:
pag.: 32
formato: 24,5x27
€ 8,50

• Ultimo, ma non ultimo è "La prima volta che sono nata", dei francesi Vincent Cuvellier e Charles Dutertre, facente parte sempre della collana I Tradotti.


E' un libro meraviglioso, commovente, dedicato a ogni età, anche ai più grandi, soprattutto alle mamme che aspettano un figlio, o hanno già una figlia.
Si tratta di un albo illustrato, che racconta tutte le prime volte di una bimba, che sono anche le nostre prime volte: 

"La prima volta che ho camminato, sono caduta.
La prima volta che sono caduta, mi sono rialzata.
La prima volta che mi sono rialzata, ho camminato."

Le illustrazioni sono forse poco "attraenti" per i bimbi, poco colorate, ma sono essenziali e come dicevo, è un libro che possono leggere tutti, grandi e piccoli.
Info:
pag.: 104
formato: cartonato 21x21
€ 13,00


• Favola classica, ma rivisitata in maniera originale, stiamo parlando di Cappuccetto Rosso.
Hanno presentato questo libricino durante il corso di Centostorie e me ne sono innamorata/impossessata immediatamente, non potevo lasciarmelo sfuggire.
Cappuccetto Rosso e il sentiero nel boscofa parte della sezione ragazzi Giralangolo della casa editrice EDT (quella che pubblica le guide Lonely Planet per intenderci), e a sua volta rientra nella collana LeMilleunaMappa. Questa collana, nel 2012, ha vinto il prestigioso premio Andersen come miglior progetto editoriale.
In effetti si tratta di un'idea originale e sicuramente vincente. I bambini si trovano ad affrontare un viaggio fantasioso, che mette in gioco la loro immaginazione e li porta a conoscere storie classiche, aiutandoli anche a sviluppare conoscenze geografiche.


In questo caso Cappuccetto Rosso si trova ad affrontare il viaggio dalla casa della Mamma fino alla casa della Nonna con una mappa, e magari questa volta riesce ad arrivare prima del Lupo, prendendo una scorciatoia!
Le mamme e i papà possono divertirsi ad accompagnare, insieme ai figli, Cappuccetto Rosso dalla Nonna seguendo le sue orme (grazie a una legenda particolareggiata) e illustrazioni dettagliate, caratterizzate da un tratto stilizzato e ben definito. Ogni tappa è riassunta in maniera chiara e udite udite, cari genitori, la mappa è ingualcibile, idrorepellente e indistruttibile!! Sì, ve lo assicuro, ho provato a strapparla (giusto per testare il prodotto) e vi garantisco che i vostri bambini non riusciranno a rovinarla!!
Ultima curiosità (eeehm è la cosa che più mi ha attratta, lo confesso!): all'interno vi si trova la ricetta assolutamente originale della famosa focaccia dolce della Mamma di Cappuccetto Rosso. Non sarebbe un'idea carina prepararla con i vostri bimbi? ^_^




Illustratore Chiara Dattola
Autore Pino Pace
Collana Giralangolo - LeMilleunaMappa | Ragazzi
ISBN 978-88-6040-657-6
Data uscita 21-10-2010
Prezzo 8.90€



• Anche questo post è dedicato ai più piccoli, età consigliata dai 10 anni in su. E' un romanzo che però può piacere anche ai più grandicelli, così come è piaciuto a me :-)
Non mi ero mai imbattuta in un horror per bambini, non conosco Neil Gaiman come scrittore (il più famoso - almeno credo - scrittore di questo genere, conosciuto per aver dato vita a Coraline), ma grazie al mio amico Emanuele Corsi, ho scoperto un genere molto interessante.
Il sussurro dell'uomo nero, edito dalla Nero Press Edizioni (collana Inizi), parla di Lisa, una bambina che non ha paura di niente - o quasi - e che adora raccontare storie, seduta intorno al tavolino da tè in compagnia della sua bambola preferita, Corinna. Il racconto nel racconto è una trovata brillante, soprattutto perché quelle di Lisa sono storie fantasiose, piene di immaginazione come solo i bambini sanno raccontare e sono spesso interrotte dai commenti dei presenti che mi hanno fatto morire dalle risate.


Un giorno la vita tranquilla di Lisa viene sconvolta dall'Uomo Nero, che sussurra qualcosa all'orecchio di Corinna e da quel momento la bambina inizia a vedere cose strane nella sua camera. Le sembra che i suoi giocattoli ce l'abbiano con lei e purtroppo la sua amica Cristina ne pagherà le conseguenze. L'unico amico fedele è un pupazzo che Lisa aveva quand'era più piccola e che lei chiamerà Coso. Coso e Lisa partiranno per un'avventura straordinaria e spaventosa nel Mondo in Soffitta, dove si trovano tutti i giocattoli abbandonati dai bambini, un mondo pieno di pericoli. Insieme ad altri amici dovranno superare ostacoli e soprattutto combattere contro l'Uomo Nero e fare i conti con la rabbia e la cattiveria di Corinna.


Conosco Emanuele da un po' di tempo, seguo sempre il suo blog, Il pigro creativo, il suo angolino pieno di storie e di recensioni, sempre ben scritte, con il suo stile incisivo e accattivante e sono molto felice che la Nero Press si sia accorta del suo talento e che sia riuscito a coronare il sogno di pubblicare il suo primo romanzo.
Emanuele si conferma un ottimo scrittore, capace di catturare l'attenzione del lettore, anche dei più piccoli che sono certa rimarranno affascinati dalle ambientazioni e dai personaggi descritti in maniera dettagliata, coinvolgente, descrizioni assolutamente mai noiose o ridondanti.
L'invenzione dei giocattoli abbandonati, dimenticati dai bambini mi ha colpito molto, è una trovata interessante e sicuramente tocca da vicino i lettori cui è destinato il libro, ma anche i genitori - se leggeranno il libro insieme ai figli - potrebbero trarre delle conclusioni su cui ragionare.
La morale quindi c'è - un po' velata forse -, ma c'è, ed è anche utile ai bambini che si stancano subito di un gioco nuovo e lo abbandonano... il Mondo in Soffitta può spaventare, perciò i lettori più piccoli cercheranno di vivere i propri giocattoli e pupazzi il più possibile ;-)
Il libro tratta anche il tema dell'amicizia, l'amicizia vera, pura.
Mi sono innamorata di Lisa e Coso.
Coso è un personaggio straordinario, sarcastico, simpatico, ma generoso e protettivo.
Bart, l'amico di Lisa, è tenerissimo. Lisa stessa ha un carattere forte, deciso, anche se ha i suoi momenti di debolezza. Nonostante non si spaventi facilmente sembra che il buio, il buio vero, le faccia paura. L'autore ha inventato dei protagonisti simpatici e coraggiosi.
I cattivi invece sono davvero spaventosi, ed è inquietante il fatto che il male si faccia strada anche nel mondo reale, non solo in quello in soffitta.
Il libro è ricco di illustrazioni, realizzate da Ilaria Tuti, che fanno da eco alla narrazione, facendocivedere un mondo spaventoso e oscuro. 

Consiglio quindi questo romanzo ai bambini appassionati di horror che vogliono gustarsi una storia da brivido e anche ai genitori che hanno voglia di leggere un racconto di paura insieme ai propri figli, magari di giorno ;-)

Per chi fosse interessato, ecco qualche link dove acquistare il libro:

"Era buio. Ma non buio di quelli che se non stai attento calpesti qualcosa, o dai un calcio alla testiera del letto, o vai a sbattere all'anta della finestra aperta. Era proprio buio vero. Fatto di nero, solo nero, in tutte le direzioni. Di quelli che non vedi nemmeno le tue mani. Che non capisci neanche se le hai, due mani. Nero, e silenzio: non il minimo rumore, nemmeno di passi sul pavimento quando cammini. Solo il respiro."



Oggi vorrei proporvi una lettura per bambini/ragazzi, età indefinita, è perfetta anche per gli adulti.
Titolo: Sbadiglio, autore e illustratore: Silvestro Nicolaci.
Nemo e Alice si incontrano su un tram e per caso vengono a scoprire che, nonostante facciano sogni diversi, c'è un punto che accomuna i loro sogni: una buffa bambina bionda con le pantofole a forma di dalmata.
I due ragazzi iniziano a indagare e scoprono che altre persone hanno sognato questa bimba, anche se la ricordano a malapena, perché la maggior parte della gente, al mattino, dimentica quello che ha sognato durante la notte.
Alice e Nemo scoprono che c'è un legame tra la misteriosa bimba che vedono in sogno e il negozio dove hanno comprato i letti: il negozio Sogni d'oro.
Il proprietario ascolta pazientemente e tranquillamente la storia dei due ragazzi e li rassicura, dicendo loro che non si devono preoccupare perché lui riuscirà a risolvere tutto.

Non posso raccontarvi altro sulla trama, perché il finale è davvero sorprendente! E' una lettura piacevole, che cattura, trascina il lettore in un mondo sospeso tra sogno e realtà.
Non vedevo l'ora di arrivare alla fine per capire dove l'autore mi avrebbe portata, anche se forse la fine è un po' malinconica, ma anche rasserenante.
Le illustrazioni in bianco e nero fanno sì che questa storia sia un incrocio tra racconto illustrato e graphic novel, sono meravigliose, le ho apprezzate molto.
Lettura consigliatissima, per grandi e piccini! 

"«Ci pensi mai?» le chiese lui ripensando alla giornata trascorsa. Riempire di domande i clienti del negozio di letti non era servito. Nessuno aveva saputo dir loro che cosa avesse sognato nelle ultime notti. Genitori compresi.
«A cosa?» disse lei asciugandosi i baffi con un fazzolettino.
«Al fatto che la maggior parte della gente non ha la minima idea di quello che sogna!» E poi voltando lo sguardo verso il vetro come a trovar fuori il ricordo del suo sogno: «Non sanno quello che si perdono»."

Silvestro Nicolaci 
Sbadiglio 
pp. 74 - € 12,00 
ISBN: 978-88-97381-280 
Editore: GRAPHOFEEL

Nessun commento:

Posta un commento

Abbuffiamoci di parole!!!