martedì 17 maggio 2011

Il sexy club del cioccolato di Carole Matthews

Quando ho iniziato a scrivere il romanzo “Il sexy club del cioccolato”, naturalmente ho dovuto fare delle ricerche sul soggetto. Queste ricerche implicavano principalmente l’assaggio di tutti i tipi esistenti di delizioso cioccolato - tavolette derivate da piantagioni esotiche, al tartufo, scuro, al latte, bianco, biologico - nominate un qualsiasi tipo di cioccolato: io l’ho provato! Stranamente, più assaggiavo più mi assuefacevo a questa meravigliosa sostanza. La mia passione cresceva e presto [...] raccolsi molte altre informazioni su questo affascinante soggetto”. 

Sono le parole dell’autrice, Carole Matthews, che trovate su questo sito, dedicato agli appassionati del meraviglioso mondo del cioccolato: http://www.thechocolateloversclub.com/index.html.

Protagoniste del romanzo sono quattro amiche che vivono a Londra: Lucy, Autumn, Nadia e Chantal, ognuna alle prese con uomini diversi, ma in fondo, tutti deludenti.
Il loro luogo di ritrovo è una famosa pasticceria londinese, dove si riuniscono quando una delle quattro ragazze invia alle altre un sms con su scritto “Emergenza cioccolato”. Si danno appuntamento nella pasticceria dove si sfogano e si sostengono a vicenda, non solo con le parole ma anche col cioccolato. L’unico uomo ammesso nella combriccola è Clive, il pasticcere gay. Insieme, ne combineranno delle belle, ve l’assicuro!
Lucy è il personaggio che mi è piaciuto di più, è la più goffa e pasticciona del gruppo, alle prese con delle figuracce alla Bridget Jones con il suo capo che lei chiama Schianto (a ragion veduta!!). 
E’ un libro che consiglio per l’estate, divertente e leggero!! Esiste anche il seguito che conto di leggere non appena riesco a reperirlo: “Mangio troppa cioccolata”, dove ritroviamo le nostre quattro eroine alle prese con nuove avventure.
Se vi va date anche un’occhiata al sito dell’autrice: http://www.carolematthews.com/index.html.
Ps: scusate se posto la copertina UK, ma quella nostrana è inguardabile! ;-)


19 commenti:

  1. Mi associo a Chiara a 100% un libro favoloso che ho letto d'estate (periodo ideale perchè no si trova troppa cioccolata in giro,e così anche se la voglia prende, non si può comprare niente) Lucy è troppo forte..(grazie a lei adesso mi alleno con Billy Blanks) ma poi con le amiche ne combinano davvero delle belle!
    P.S. questo libro ci ha preso talmente tanto che un certo matrimonio è stato creato sul cioccolato!!! ( vero CHIARA??) smack belle ragazzuole e ragazzuoli!

    RispondiElimina
  2. SISI il tuo cioccolatoso matrimonio cara!
    Ci è piaciuto forse questo libro??? @_@ TVB monella ;)

    RispondiElimina
  3. Chiara, che bellissima recensione! Mi fai venire voglia di prendere le ferie nascondermi in camera e leggere, leggere leggere (che con tre marmocchi in giro per casa, il tempo è quello che è).... MA sia quello della Kinsella (che ho compratoooo!!!) che questo sono sicura, MERITANO. Lo comprerò e spero di trovare il tempo!!! Nel frattempo ora sto leggendo, lentamente ma mi paice tantissimo un libro di una scrittrice Giapponese "Prenditi cura di lei" il nome della scrittrice è impronunciabile e non lo ricordo...Ma è molto bello!

    RispondiElimina
  4. @tris: Ciao! Ti ringrazio infinitamente.. le vostre parole di incoraggiamento mi danno la forza, il desiderio e la voglia di continuare questa bellissima esperienza del blog! Immagino che con 3 bimbi sia difficile trovare il tempo per se stesse, ma leggere secondo me, è un vero toccasana per l'animo! Mi fa piacere che le mie recensioni ti aiutino a trovare qualche buon libro da leggere.. ps: intanto mi sono documentata sul romanzo che hai citato, sembra interessante e il nome dell'autrice è: Shin Kyung-Sook, giusto? Baci e buona giornata! :-)

    RispondiElimina
  5. Ma si... Un po' di leggerezza ci vuole. Io negli ultimi tempi mi sono dedicata a letture tutt'altro che leggere... E poi... questo modo di sfogarsi e affogare i brutti pensieri nel cioccolato mi alletta un bel po'!

    RispondiElimina
  6. @Stefania: guarda io per anni non ho fatto altro che leggere romanzi tutt'altro che leggeri, un po' perché dovevo studiarli un po' perché comunque mi piacevano e mi piacciono tuttora... ma da quando ho iniziato a lavorare ho assoluto bisogno di cose più leggere e divertenti!!!

    RispondiElimina
  7. @Chiara che dici perchè è brutta la copertina italiana? c'è solo un'esaurita con i bigodini fra i capelli e un pezzo di ciccolata in bocca che legge questo libro!! ahahaha forse quella più come dire... fraintendente è quella de il club erotico del martedì mi ricordo la faccia delle persone sulla metro quando lo tiravo fuori dalla borsa mi guardavano e poi guardavano la copertina del libro! che ridere ma amiche e amici lettori ve ne parlerà Chiara nel prossimo post vero? ^_^

    RispondiElimina
  8. @ Emilia ahahah è vero quella si che è strana ahahah

    RispondiElimina
  9. @Emilia: eeeehm è veramente orripilante!!!!! O_o non potevo postarla ahahahhah !!! sìsì il libro che hai citato è in programma, però dai la copertina è un po' più simpatica almeno! ;-)

    RispondiElimina
  10. Caspista, mi sa che appena ho un po' di tempo vado alla ricerca di questo libro!!!

    RispondiElimina
  11. ahahhah simpatica è simpatica ma alle persone fa uno strano effetto! ahahahah
    @Marianna direi stranissima aahahah

    RispondiElimina
  12. Ma che bella questa recensione...ti fa proprio venire voglia di leggerlo ;)

    Se passi da me c'è una sorpresina
    Bye

    RispondiElimina
  13. @Eva Q: grazie cara!! Vado subito a curiosare! Baciiii

    RispondiElimina
  14. Giusto è proprio lei!
    Non l'ho ancora finito ma.. mi piace sempre di più!!! Sei bravissima, continua continua continua!!!

    RispondiElimina
  15. @tris: grazie cara! Continuerò stà tranquilla!!!!

    RispondiElimina
  16. Iniziato il libro due giorni fa: eterna lotta per nascondere la copertina!
    Condivido il bisogno di libri leggeri, dopo anni di Lingue e Letterature Straniere e dopo 8h di lavoro (+quelle di faccende domestiche a casa!)
    Lucy è il personaggio più simpatico e divertente, ma Nadia è molto vera... per ora.

    RispondiElimina
  17. @saryna: ahahah in effetti il titolo è un po'imbarazzante diciamo! allora anche tu hai fatto lingue come me? Appoggio in pieno ogni tua singola parola!!

    RispondiElimina
  18. Un libro denso di paternalistiche cultura dove le donne sono rappresentate come soggetti che hanno posizioni subalterne rispetto agli uomini. Ovviamente questi, almeno quelli giusti, sono rappresentati, e l'autrice stessa usa questa metafora, come cavalieri dalla scintillante armatura. I cliché si sprecano, anche nella descrizione dell'omosessualità.
    Il libro è leggero, ma anche prevedibile, non scritto male, ma privo di soluzioni raffinate. L'unico protagonista a salvarsi forse è il cioccolato.

    RispondiElimina

Abbuffiamoci di parole!!!