lunedì 17 settembre 2018

La ragazza dagli occhi di carta

Buongiorno a tutti cari lettori e buon lunedì :-)
Ho tanti di quei libri in arretrato di cui parlarvi che non so davvero da dove cominciare.
Direi che oggi potrei parlarvi di un thriller, scritto da un'autrice italiana emergente, scoperta dalla casa editrice Nero Press, Ilaria Tuti. Ho 'conosciuto' Ilaria in veste di illustratrice, i suoi disegni hanno accompagnato la storia per bambini raccontata da Emanuele Corsi, "Il sussurro dell'uomo nero".

Si intitola La ragazza dagli occhi di carta.


La polizia riceve delle segnalazioni su un uomo che vaga sul ciglio di una strada con i vestiti sporchi di sangue. Viene fermato e una volta alla stazione di polizia esaminano il suo zaino. Dentro ci sono una mano mozzata e la foto del volto di una ragazza con degli occhi di carta. Il commissario, Teresa Battaglia, mette tutte le sue energie nel caso, nonostante i suoi problemi di salute con la memoria che cede giorno dopo giorno.
Non tutto è come sembra, ci sono delle incongruenze e l'istinto del commissario la guiderà alla risoluzione del caso.

Il romanzo è un thriller psicologico breve, ma nonostante la stringatezza del libro viene fuori tutta la bravura dell'autrice, in grado di raccontare in maniera dettagliata e con efficacia lo squallore e l'orrore di un'azione malvagia e all'apparenza inspiegabile. Ilaria ci accompagna in un viaggio spaventoso e inquietante, con precisione chirurgica ci guida nei meandri della mente del sospettato, indagando sul suo passato oscuro. L'autrice conosce i mezzi narrativi propri del thriller ed è bravissima anche nel descrivere i personaggi. Mi sono affezionata al commissario, messa a nudo a causa delle sue debolezze fisiche, ma che mette passione nel suo lavoro. È in grado di guidare la sua squadra con mano ferma e decisa, però dimostra anche di avere cuore e di tenere alle vittime e rivolge spesso i suoi pensieri ai familiari distrutti.
Ci sono azione, suspense e colpi di scena. Mi sarebbe piaciuto che fosse durato più a lungo, ma come primo esperimento è più che ottimo direi.

"È difficile riconoscere il male, quando è troppo vicino. Non c'è prospettiva, non si riesce a mettere a fuoco. Ci è già addosso e ha il volto amico di chi amiamo.

Intanto, ho acquistato anche il suo secondo romanzo, Fiori sopra l'inferno, scontato su Amazon in formato ebook a 2,99€, edito da Longanesi. Non vedo l'ora di leggerlo!

A presto :-)

4 commenti:

  1. Ho conosciuto Ilaria quest'anno, grazie al suo esordio ufficiale con Longanesi, e spulciando un po' avevo trovato questa sua opera prima. Mi incuriosisce molto il recupero, sì! E scommetto che adorerai, leggendo, Teresa Battaglia. :)

    RispondiElimina
  2. Secondo me non rimarrai deluso nemmeno dalla sua prima opera, seppur breve. Io non vedo l'ora di iniziare il secondo ^_^

    RispondiElimina
  3. Ma come è possibile che sono appena approdata nel tuo Blog :-O
    E' carinissimo e sono diventata una tua lettrice fissa ;-)
    Se ti va di passare da me io sono Il salotto del gatto libraio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, che piacere conoscerti :-)
      Beh sono stata ferma qualche annetto ma ora eccomi di nuovo nel mondo dei blog!
      Grazie per essere passata, ti vengo subito a trovare ^_^

      Elimina

Abbuffiamoci di parole!!!